Capodanno in musica con il concerto al Teatro Goldoni

Un programma ricchissimo di brani, popolare e godibilissimo

Concerto di Capodanno al Goldoni
Concerto di Capodanno 2017. Foto: Trifiletti/Bizzi

LIVORNO – Salutare il 2019 in musica, è questo l’obiettivo del tradizionale Concerto di Capodanno che anche quest’anno permetterà a tutti i cittadini di prendere parte a un momento suggestivo, di grande incanto. Sul palco del Teatro Goldoni domani, 1 gennaio, alle ore 18, salirà l’Orchestra dell’Istituto Mascagni sotto la direzione del Maestro Lorenzo Sbaffi. Pochissimi i biglietti ancora disponibili per questo evento fuori abbonamento e giunto alla sua 14 esima edizione.

Concerto di Capodanno al Goldoni
Concerto 2017. Foto: Trifiletti/Bizzi

I giovani alunni e gli insegnanti del Conservatorio Mascagni proporranno un programma ricchissimo di brani, popolare, godibilissimo e che presenta alcune pagine appartenenti a un repertorio assai amato anche per la sua allegra leggerezza.

Il Programma

Ma entriamo nello specifico, ecco cosa ascoltà chi prenderà parte al Concerto: si parte con i due brani in apertura di J. Philip Sousa, compositore e direttore di banda statunitense, The fairest of the fair e Mother Goose, a cui seguirà un ancora un brano di grande vivacità come Conga del Fuego, composta nel 2005 dal messicano J. Arturo Màrquez Navarro, mentre chiuderà la prima parte del concerto la celebre Peer Gynt, suite n. 1 op. 46 di E. Grieg.

Concerto di Capodanno al Teatro Goldoni
Il Goldoni al Concerto di Capodanno 2018 (Foto Bizzi)

Sarà quindi la volta dell’irresistibile Ouverture da La gazza ladra di G. Rossini prima di approdare nel vivo di una festa gioiosa attraverso le tre composizioni di Johann Strauss figlio: Rosen aus dem Süden, Éljen a Magyar! – Polka-schnell e Frühlingsstimmen, tre pagine fra le più note del celebre autore viennese.

Con The Typewriter, dello statunitense L. Anderson si compirà una breve, divertente incursione nel ‘900, prima di salutare tutti insieme il nuovo anno con la trionfale Radetzky March di Johann Strauss padre che, composta per celebrare la repressione dei moti milanesi del 1848, ha ormai perso quella sua connotazione e, consacrata quale brano di chiusura del tradizionale grande Concerto del Musikverein di Vienna, quasi s’impone quale classico commiato del Concerto di Capodanno.

Biglietti e info

Biglietti in vendita al botteghino del Goldoni (tel. 0586204290). Oggi, lunedì 31 la biglietteria sarà chiusa, il giorno del concerto sarà aperta dalle ore 17. Prezzi: posto unico numerato € 10.

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*