Murales dedicati a Joan Mirò sulle pareti del Liceo Cecioni

Inaugurati i dipinti al terzo piano. Il viedo con i momenti più belli

Uno dei murales dedicati a Joan Mirò

  • di Valeria Cappelletti

LIVORNO – Da Keith Haring a Roy Lichtenstein, tra i maggiori esponenti della Pop Art, fino a Joan Mirò. Le pareti del Liceo Cecioni (via Galilei) trasformate in una grande tela su cui realizzare tanti murales.

Questa mattina gli alunni delle classi 5A e 5B dell’indirizzo artistico e 5D dell’indirizzo linguistico hanno inaugurato, insieme ai docenti, i murales dipinti sulle pareti del terzo piano dell’edificio e dedicati a Joan Mirò grande pittore spagnolo, considerato tra gli esponenti del surrealismo e famoso per le sue opere che richiamano un mondo onirico.

“Alcuni anni fa siamo intervenuti con piccole azioni all’interno della scuola – ha detto Alfredo Parentini, docente di artistica – ma tutto è partito l’altro anno dal quarto piano che versava in una situzione degradata, abbiamo fatto un grosso murales e da qui è nata l’idea di allargare l’iniziativa anche agli altri piani. Così al primo piano si trovano gli omaggi a Keith Haring e a Lichtenstein, al secondo al fumetto, manga e non solo, il quarto al regista Tim Burton e il terzo a Mirò”.

E proprio per omaggiare Mirò alcuni ragazzi delle classi partecipanti hanno regalato ai presenti un momento di musica spagnola con chitarre e performance di danza, e un momento di recitazione con la lettura di alcuni brani dedicati all’artista.

“La scelta di Mirò si ispira, oltre a un gusto mio personale, al fatto che ha trovato il consenso tra i ragazzi, è un artista poco studiato, ma molto importante per il grande valore che dà all’infanzia” ha detto Parentini che poi ha conlcuso: “Per questo anno abbiamo finito, ma il prossimo ci dedicheremo al piano terra”.

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*