Migramente, ultimi incontri con la rassegna organizzata dal CeSDI

Presentazione di due libri su filastrocche migranti e italiano per stranieri

fondazione livorno

LIVORNO – Ultimi appuntamenti per la rassegna MigraMente, organizzata dal CeSDI (Centro Servizi Donne Immigrate) con il Comune di Livorno e le librerie Feltrinelli e Ubik, un viaggio letterario nella composita realtà delle migrazioni. Ingresso libero.

Questo pomeriggio, venerdì 1 marzo, alle ore 17.30 presso la Libreria Feltrinelli (via Di Franco 14), si terrà il sesto incontro della rassegna con la presentazione del libro “Abbecedario della mia tribù – a scuola di italiano a Livorno” di Arianna Obinu, Erasmo edizioni.

La trama

Il volume ripercorre l’esperienza dell’autrice come docente di lingua italiana ai richiedenti asilo non scolarizzati provenienti per lo più dall’Africa Occidentale. A ogni lettera dell’alfabeto è associata una parola chiave che offre lo spunto per riflessioni sul complesso universo delle migrazioni e dell’accoglienza, supportate da studi sociologici in materia. Un libro lieve ma diretto, che riesce nell’intento di mettere al centro le storie dei giovani richiedenti asilo e a fotografare la loro vita sospesa tra Italia e Paesi d’origine, senza tuttavia farsi avviluppare dai veli riduttori della politica.

Filastrocche

Domani, sabato 2 marzo, alle ore 10.30 presso la Biblioteca dei ragazzi (Villa Fabbricotti), ultimo appuntamento della rassegna con il protagonista del libro “Di qua e di là dal mare – Filastrocche migranti” di Carlo Marconi, Edizioni Gruppo Abele.

La trama 

L’autore, maestro elementare, racconta ai lettori di tutte le età le migrazioni di oggi, con 21 filastrocche (una per ogni lettera dell’alfabeto) nate dal confronto con i propri alunni che vedendo in televisione i barconi affondati, hanno cominciato a chiedere chi fossero quegli uomini, quelle donne e quei bambini in mezzo al mare. L’autore, partendo dalle proprie rime, giocherà con i bambini e i genitori alla biblioteca dei ragazzi presentando le persone “di qua e di là dal mare”.

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*