Michele Crestacci a Scenari di Quartiere con “Italiani si nasce”

Un racconto appassionato delle vicende che hanno portato all'Unità

Michele Crestacci. Foto: C. Foschi
Share

Pubblicato ore 07:00

LIVORNO – “Come siamo divenuti ciò che siamo” dichiara Michele Crestacci, potrebbe essere l’incipt di “Italiani si nasce” lo spettacolo (tutto esaurito) in scena questo pomeriggio ore 19.30 in via Stenone (Shangai). Quarta serata di Scenari di Quartiere e secondo protagonista livornese a salire sul palcoscenico del festival dedicato al teatro di narrazione. L’attore comico Crestacci sarà protagonista di un lavoro scritto a quattro mani con Alessandro Brucioni intitolato appunto “Italiani si nasce” in occasione dei 160 anni dell’Unità che si celebrano proprio quest’anno.

Un racconto comico e del tutto serio attraverso le vicissitudini che hanno visto protagonisti i Mille e non solo. Le storie vere di Garibaldi, Cavour e delle forze straniere che hanno messo i bastoni tra le ruote all’unificazione italiana e delle altre che hanno sostenuto il volo e il sogno italico. Come e chi ha voluto che l’Italia fosse Italia, che una sola lingua divenisse la lingua di tutti, che una sola voce divenisse la voce di tutti. Sono 160 anni che siamo italiani. È una lunga storia scritta con il sangue e con le risate, uno stivale di storie che si intrecciano all’inverosimile. L’Italia è forse una storia tra le più belle che si potesse scrivere, dove l’arte e la corruzione, l’ignoranza e la scienza, la comicità e la ferocia, la farsa e la tragedia, l’eroe e la caricatura sono sempre state le une accanto alle altre. Italiani si nasce è una cavalcata onirica, confusa e ironica di un uomo alla ricerca di un paese.

Ricordiamo che alle ore 18.30 per tutto il festival, Fabrizio Ottone delle Guide Labroniche, organizza visite guidate gratuite dei quartieri alla loro scoperta. Obbligatoria la prenotazione con messaggio WhatsApp al numero 3474814455.

Sono ancora disponibili biglietti per lo spettacolo di Ariele Vincenti, il 16 giugno, “Ago capitano silenzioso” dedicato ad Agostino Di Bartolomei. Acquisti sul sito di Scenari di Quartiere o alla biglietteria del Teatro Goldoni aperta dal martedì al sabato, dalle ore 10 alle ore 13.

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*