Meraviglia alle Terme del Corallo con lo spettacolo su Modì

Un gioco di forme e di colori mai visti

L'immagine della bambina in azzurro proeittata sull'edificio delle Terme. Foto: Cecilia Foschi
  • di Valeria Cappelletti

LIVORNO – Uno spettacolo affascinante, che ha lasciato i presenti esterrefatti, stiamo parlando dell’evento che si è svolto ieri sera alle Terme del Corallo a cura di Reset Livorno e Immersiva spa. Tutto è cominciato dopo le 20 quando l’edificio centrale delle Terme, illuminato di rosso, così come quelli laterali, ha ospitato un toccante monologo recitato dall’attore Andrea Gambuzza e scritto dal regista Luca Dal Canto. Mentre Gambuzza ripercorreva la vita di Modigliani, sotto l’occhio attento di centinaia di persone che hanno occupato il cavalcavia, l’edificio centrale cambiava colore e assumeva i toni dell’azzurro, del verde per poi tornare rosso.

Poi sono arrivate le immagini proiettate, alla regia Nicola Buttari e Martino Chiti  con il suono di Luigi Agostini, immagini dei dipinti di Modigliani, ma anche fiori, natura e poi luce, luce che sembrava esplodere, schizzare, luce calda e abbagliante. Un gioco di forme e di colori mai visti, che ha incantato il pubblico. Purtroppo a guastare lo spettacolo ci si è messa la pioggia che ha iniziato a scendere con una certa insistenza poco dopo l’inizio dello spettacolo.

Stasera si replica dalle ore 20 alle 01, questa volta sul palco salirà l’attore Michele Crestacci e lo spettacolo, a orario continuato, sarà dedicato all’anniversario del centenario della morte di Jeanne Hebuterne suicidatasi il giorno dopo la scomparsa dell’amato. Lo spettacolo verrà replicato anche domani, domenica 26, dalle ore 17 alle ore 22.

Anche in queste due occasioni è prevista la chiusura del cavalcavia di via degli Acquedotti e del tratto di via Orosi davanti alle Terme del Corallo.

 

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*