Mascagni Festival: talk show con Guia Farinelli Mascagni e monologo di Michele Crestacci

Secondo giorno dedicato alla manifestazione che celebra il compositore

mascagni festival
Guia Farinelli Mascagni, Massimo Signorini, Michele Crestacci
Share

Pubblicato ore 10:00

LIVORNO – Sarà una giornata ricca di eventi quella di oggi, 10 settembre, alla Terrazza Mascagni per quanto riguarda il Mascagni Festival: primo evento il talk show alle ore 19 dal titolo “Un musicista in famiglia”. Un dialogo a più voci, coordinato dalla giornalista Teresa Giannoni, a cui parteciperà la pronipote del compositore livornese, Guia Farinelli Mascagni, insieme gli artefici del primo Mascagni Festival: l’assessore alla cultura Simone Lenzi e il direttore artistico Marco Voleri, e il musicologo Fulvio Venturi, autore tra l’altro di un recente volume “Mascagni e Livorno – Un caso internazionale”, oltre che a numerosi libri e saggi dedicati al compositore.

Il racconto sarà arricchito da alcune celebri pagine tratte dalle sue opere eseguite al pianoforte da Lucrezia Liberati: dallo struggente “Sogno” dal Guglielmo Ratcliff ai celeberrimi intermezzi da Cavalleria rusticana e L’amico Fritz.

Il concerto è ad ingresso gratuito con contromarche, ritirabili presso il botteghino del Teatro Goldoni il martedì e giovedì con orario 10-13 e 17-20 (massimo 4 a persona) ed anche online collegandosi e registrandosi sul sito gratuito Eventribe (qui due accrediti a persona).

Il Festival proseguirà alle ore 21.15 con il monologo “Mascagni“, regia di Alessandro Brucioni, sul palco Michele Crestacci accompagnato alla fisarmonica da Massimo Signorini per raccontare con uno stile comico e drammatico la storia personale e artistica di Pietro Mascagni.

Nel pensare la sua figura, gli autori si sono concentrati sulla ricostruzione del mondo sociale e culturale dell’epoca: l’avvento del fascismo, le guerre coloniali, la rivalità artistica, il desiderio di affermazione e di riconoscimento del suo valore artistico, le sue burrascose vicende sentimentali. Mascagni nell’ immaginario sonoro di chi racconterà il personaggio da questa prospettiva è certamente l’intermezzo, dove le note narrano con sconfinata e struggente dimensione melodica la drammatica vicenda umana.

Biglietti: € 7 (posto unico numerato) in vendita presso il botteghino del Teatro Goldoni (tel. 0586 204290), il martedì e giovedì con orario 10-13 e 15-17. Oltre che al botteghino, i biglietti potranno essere acquistati nei punti TicketOne oppure on line collegandosi al sito del Teatro Goldoni o a Ticketone.

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*