L’onda dell’Orgoglio Incontenibile invade Arezzo

Dalla città aretina partirà il primo Gay Pride 2017. Appuntamento sabato 27 maggio

La locandina di Arezzo Pride 2017
Share

AREZZO – Sabato 27 maggio Arezzo verrà invasa da un’onda, un’onda che porterà gioia, rispetto e uguaglianza: è l’Onda Pride. Da qui, infatti, parte il primo GayPride del 2017 che poi toccherà tutta la Penisola, da Milano a Palermo. “Quest’anno la scelta è volutamente caduta su una città di provincia – sottolineano gli organizzatori – Una grande parata attraverserà le vie del centro storico della città, sarà una grande festa che coinvolgerà tutta la città ma anche un’occasione per tenere accesi i riflettori sulla Cecenia e denunciare le terribili persecuzioni che stanno subendo le persone omosessuali in questa parte d’Europa”. La partenza è prevista per le ore 15 dal Passeggio del Prato (parco adiacente a Piazza della Libertà e Fortezza Medicea) e l’arrivo sarà in Piazza Sant’Agostino alle 19 circa. Il titolo che accompagna la campagna di comunicazione del Pride 2017 è quest’anno “Orgoglio Incontenibile” divenuto virale attraverso l’hasthag #OrgoglioIncontenibile insieme #ToscanaPride2017 e #CivediamoadArezzo.

Il percorso: attraverserà il centro storico passando per via dei Pileati, Corso Italia, via Roma, piazza Guido Monaco, via Guido Monaco (direzione stazione), via Spinello, via Niccolò Aretino, via A. Guadagnoli, via F. Crispi poi da via Margaritone farà ingresso in piazza Sant’Agostino, dove sarà allestito il palco. In testa al corteo ci saranno i rappresentanti del Comitato organizzatore del Toscana Pride seguiti dai gonfaloni dei Comuni che hanno aderito e dagli amministratori in fascia tricolore. Sarà presente anche il Gonfalone del Comune di Livorno, ricordiamo che il Comune labronico ha organizzato, dal 13 al 21 maggio, la settimana dal titolo “Omofobia Stop!”, per l’occasione sarà presente anche il vicesindaco, Stella Sorgente, con la fascia tricolore: “Orgogliosa di rappresentare Livorno e la sua voglia di uguaglianza”.

Sfileranno con striscioni e bandiere anche le oltre 40 associazioni che hanno aderito alla parata che sarà ritmata dalla band di percussioni al femminile Bandidas e sarà animata e colorata dai carri musicali. Non mancherà il pulmino delle Famiglie Arcobaleno Toscana che si uniranno al corteo entrando da via Cavour. In Piazza Sant’Agostino sul palco si esibiranno per la prima volta insieme i due cori Insieme Vocale Vox Cordis Arezzo e Omphalos Voices – primo coro LGBT-friendly dell’Umbria. Spazio poi agli interventi del Comitato organizzatore e dei principali sostenitori del Toscana Pride: Arci Toscana, CGIL Toscana e UISP Toscana, presentati dall’attrice Caterina Meniconi. Previsto anche un momento di approfondimento a cura di Amnesty International sulla situazione di grave repressione che le persone omosessuali stanno vivendo in Cecenia.

A cura della redazione

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*