Livorno Pride Photo Contest: una mostra dedicata alle persone e agli abbracci

L'esposizione rimarrà aperta anche durante Effetto Venezia

L'entrata della galleria Extra Factory. Foto: Diletta Fallani
Share

Pubblicato ore 16:00

  • di Valeria Cappelletti

LIVORNO – “La prima cosa che si vede entrando in questa bellissima mostra sono gli abbracci ed è molto bello. C’è una grande potenza negli abbracci perché per alcune persone il giorno del Pride è l’unico in cui possono abbracciare liberamente un’altra persona, per noi non è così tutti i giorni”. Sono le parole di Luca Dieci, entusiasta e felice, di partecipare all’inaugurazione della mostra del Livorno Pride Photo Contest “Fuori e sempre controvento” che si è svolta ieri, 30 luglio, negli spazi della galleria Extra Factory (via della Pina d’oro, 2 angolo Piazza della Repubblica) di Fabrizio Razzauti.

Luca Dieci. Foto: Razzauti

La mostra è il risultato di un contest lanciato da Razzauti in occasione del Toscana Pride 2022 rivolto a tutti coloro che volevano immortalare, in uno scatto fotografico, un momento della parata oppure una delle altre iniziative collaterali che si sono svolte nel mese di giugno e che hanno accompagnato l’evento clou.

“Il Pride – ha proseguito Dieci, portavoce del Toscana Pride – non è una carnevalata come dicono in molti, non è solo una festa colorata, racconta la libertà. Sono molto contento che in questa mostra non si veda solo la festa ma anche le persone che in quel giorno si sono sentite libere di essere se stesse e dovrebbe essere Pride ogni giorno, perché ogni giorno dovremmo sentirsi liberi“.

Tanti i visitatori hanno partecipato all’inaugurazione della mostra che sarà visitabile anche oggi, 31 luglio e fino al 7 agosto, quindi anche durante Effetto Venezia, con orario 18.30-23.30.

Foto: Razzauti

“Questa mostra – ha detto Fabrizio Razzauti – è solo una prima tappa di un percorso che prevede di donare le foto al Toscana Pride e di farle girare per i comuni, almeno, della Toscana, la nostra idea è dare visibilità all’evento e ai fotografi che hanno partecipato”.

In esposizione è possibile vedere le fotografie di: Biagi Giampaolo, Bonaccorsi Alessio, Bonciani Paolo, Bonini Rita, Cagnetta Giuseppe, Colombi Cristiano, Corso Pierpaola, Currò Anna, Di Paola Asja, Fusi Marco, Giari Eugenio, Giari Francesca, Guidi Federico, Lascar Fabrizio, Lattici Anna, Lo Piccolo Vito, Lorenzi Roberta, Luongo Francesco, Puccini Patrizia, Querci Enrico, Sassano Martina, Baccelli Lia, Balestri Ilaria, Barsotti Giancarlo, Bartolini Francesco, Bertei Sara, Bertolini Laura, Billardello Eleonora, Caroti Claudio, Casalini Roberto, Catalucci Franco, Ciriaci Marina, Cozza Massimiliano, De Marco Antonio, Esposito Claudia, Floris Elisa, Gimigliano Sandra Stella, Giorgi Fabrizio, La Francesca Giovanni, Luzzi Roberto, Monticelli Biancamaria, Morroni Mario, Policarpo Carlotta, Pozzi Paolo, Raddi Paolo, Sardelli Luca, Simoni Andrea, Socci Veronica, Ughi Linda.

Negli stessi locali saranno proiettati anche brevi video di coming out di associati e associate ad ArciGay e Agedo con l’intento di trasformare l’indignazione, la paura e la rabbia per i soprusi e le discriminazioni, in partecipazione attiva e costruttiva.

In concomitanza, in collaborazione con Mercato in Arte, altri scatti di Baccelli Lia, Bonaccorsi Alessio, Bonini Rita, Guidi Federico, Querci Enrico e Luongo Francesco saranno esposti presso il Mercato Centrale negli orari di apertura della struttura.

Per ulteriori informazioni: Fabrizio Razzauti 3383678564.

Inaugurazione con gli scatti di Diletta Fallani 

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*