Livorno, i giovani e Pasolini: l’incontro con Paolo Virzì in Fortezza Nuova

Erano presenti anche Simone Lenzi, Monica Bellandi ed Emanuele Barresi

Un momento del dibattito. Da sn: Barresi, Lenzi, Virzì e Bellandi. Foto: C. Andreini
Share

Pubblicato ore 15:09

  • di Cristian Andreini

LIVORNO – Cos’è Livorno per i giovani di oggi? Ieri sera, 22 giugno, presso il bastione sud della Fortezza Nuova è stato presentato l’evento “I giovani a Livorno, il sottile filo che scorre da Pasolini a oggi”, inserito tra gli eventi collaterali della Coppa Barontini.

Sono intervenuti: il regista Paolo Virzì, Simone Lenzi, assessore alla cultura e Monica Bellandi, presidente dell’Associazione Coppa Barontini. A condurre la serata l’attore e regista Emanuele Barresi. Non era presente il regista Francesco Bruni.

La discussione si è aperta con le considerazione di Pier Paolo Pasolini sulla Livorno di un tempo, per poi riflettere su cosa pensino i giovani livornesi di oggi della propria città. “È la seconda città in cui vorrei vivere: rude, chiassosa, intima”, Monica Bellandi, cita le parole di Pasolini su Livorno.

Paolo Virzì descrive la sua città, Livorno, come: “Un regno romanzesco, sensuale ed erotico. Una città dalla grande identità”. Si pone quindi l’interrogativo: “Cos’è dunque che rende Livorno così speciale?”. La risposta viene data in parte da un filmato mostrato durante le serata con le interviste a giovanissimi studenti livornesi.

A ognuno di loro è stato chiesto: “Cosa significa essere livornese per te”. Le risposte sono simili, ma veritiere: l’amore per il mare, l’essere uniti, l’ozio. Un filmato che, per quanto semplice, ha mostrato cosa significhi davvero essere abitanti di Livorno. Nonostante i grandi pregi e difetti, cosa rende grande la città? Alla domanda di Virzì viene lasciato volutamente un punto interrogativo, allo scopo di far riflettere il pubblico sull’identità di Livorno.

“Livorno è una benedizione, è una condanna. Nel tempo la si ama e la si odia”, afferma infine l’assessore Lenzi. L’intervento si conclude con i complimenti del consigliere regionale Antonio Mazzeo, che definisce l’evento come una bellissima promozione e descrive la città come: “Un luogo di sofferenze, ma fatto per il sorriso”.

Domani, 24 giugno, sempre nell’area della Falsa Braga della Fortezza Nuova, andrà in scena la lezione aperta “Down per un giorno” della Compagnia Mayor Von Frinzius alle ore 21. Ingresso libero.

  • Lenzi, Barresi, Virzì, Bellandi

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*