“Livorno e la Toscana nel cinema”, un convegno per incentivare le produzioni audiovisive a lavorare in città

Il Comune da anni è datato di uno Sportello Cinema

Foto di Ingo Kramarek da Pixabay
Share

Pubblicato ore 18:37

LIVORNO – Individuare percorsi concreti per incentivare le produzioni audiovisive locali e straniere a venire nella nostra città e favorire la promozione della cultura e della memoria storica, valorizzando luoghi e strutture presenti sul territorio, è questo l’obiettivo del convegno “Livorno e la Toscana nel cinema. Il ruolo di Sportello Cinema e Film commission nel supporto alle produzioni audiovisive. Dialogo tra Enti, Istituzioni locali e operatori del settore” che si terrà l’1 dicembre ai Bottini dell’Olio.

“Il Comune – ha ricordato l’assessore Simone Lenzi – è dotato di uno Sportello Cinema che fa sì che Livorno sia ben rappresentata dal punto di vista filmico. Chi viene a Livorno trova infatti supporto dagli uffici comunali e al convegno si spiegherà che cosa siamo in grado di fare a supporto delle produzioni”. Lo Sportello Cinema, all’interno dell’Ufficio Cultura, Spettacolo e Rapporti con l’Università del Comune di Livorno, da anni si occupa di fornire supporto amministrativo e logistico alle piccole e grandi produzioni, nazionali e internazionali, che richiedono di girare nella città.

Parteciperanno al convengo Toscana Film Commission, Mediateca Regionale Toscana e i rappresentanti del progetto Lanterne magiche. Il loro specifico contributo alla discussione sarà fondamentale. L’1 si parlerà anche di innovazione tecnologica e digitale e transizione ecologica, partecipazione ai mercati internazionali, location difficili, incentivi alle produzioni, cineporti, sale cinematografiche internazionali e festival del Cinema, diffusione della cultura cinematografica nelle scuole, nuove generazioni e formazione di un nuovo pubblico.

“Lo Sportello Cinema, in collegamento con la Film commission regionale – conclude Lenzi – potrebbe avere ruolo di stimolo e di richiamo, perché le produzioni vengano a lavorare da noi, come è avvenuto in alcuni territori (Puglia e Basilicata hanno investito molto) con ricadute economiche importantissime. Abbiamo la fortuna che vi sono tanti livornesi che fanno cinema a alto livello, è importante creare condizioni per cui centri produttivi possano trovare base qui, un asset per lo sviluppo economico della città e la creazione di occasioni di lavoro”.

Il programma del convegno

10:00-10:30 Assessore alla cultura del Comune di Livorno Simone Lenzi (Importanza del cinema nella rappresentazione del territorio);
10:30-10:45 Giovanni Cerini, dirigente Settore Attività culturali, Musei e Fondazioni del Comune di Livorno (Da Livorno Film Commission a Sportello Cinema: l’esperienza del Comune di Livorno);
10:45- 11.15 Camilla Toschi, Responsabile Programmazione Cinema La Compagnia (Mediateca Regionale Toscana, le sale cinematografiche e i Festival toscani);
11:15-11.45 Sveva Fedeli, Responsabile Attività Educative Lanterne Magiche Fondazione Sistema Toscana (Il programma Lanterne Magiche: il cinema e la scuola);
11:45 – 12:30 Stefania Ippoliti, Dirigente Responsabile Area Cinema e Mediateca Fondazione Sistema Toscana (Le politiche del cinema di Regione Toscana, Toscana Film Commission, la rete di Manifatture Digitali Cinema);
12.30 dibattito;
13:00 -15:00 pausa e rinfresco;
15:00 – 15:15 Francesca Detti, direttrice di produzione i Licaoni Digital Studio (Sono Wolf, risolvo problemi: il low budget e il ruolo chiave delle istituzioni);
15:15 – 15:30 Luca Dal Canto Filmmaker e aiuto regista (Fattore L. L’importanza della location nelle scelte del regista e del suo reparto);
15:30 – 16:00 Marco Sisi tecnico di produzione radio tv e studioso del rapporto tra Livorno e il cinema (Trent’anni del progetto Livorno Superstar, il futuro che nasce dalla memoria);
16:00 – 16:30 Valentina La Salvia, cooperativa Itinera (Il Centro documentazione delle arti e dello spettacolo di Livorno);
16:30 – 16: 45 Marco Bruciati, docente di teorie e tecniche delle comunicazioni multimediali, formatore e videomaker (La crescita sul territorio dell’educazione ai linguaggi audiovisivi: strategie e necessità);
16:45 – 18:00 dibattito;

modera Alessio Porquier (direttore artistico di FiPiLi Horror Festival).

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*