Il Liceo Cecioni si prepara allo “school contact”

Gli studenti potranno fare domande all’astronauta Paolo Nespoli

liceo cecioni

LIVORNO- Continua il percorso didattico del Liceo Scientifico Cecioni verso lo “school contact”. La scuola di Livorno è stata infatti selezionata per ospitare lo “School Contact” , un collegamento radio in diretta dalla scuola durante il quale gli studenti potranno fare domande all’astronauta Paolo Nespoli a bordo della Stazione Spaziale Internazionale, la ISS.

Si arriva al collegamento dopo tante attività organizzative e didattiche in cui sono coinvolti gli studenti, gli insegnanti e diverse associazioni. Dato il contesto spaziale non poteva mancare il contributo della Kayser Italia, l’azienda livornese che da oltre 30 anni si occupa di ricerca spaziale e che oggi è particolarmente coinvolta negli esperimenti che Paolo Nespoli sta portando avanti sulla stazione.

La Kayser Italia, in qualità di referente principale per la realizzazione e monitoraggio degli esperimenti della missione denominata “VITA”, (Vitalità, Innovazione Tecnologia Abilità),  il 27 settembre ha avuto il piacere di spiegare il ruolo fondamentale della scienza nello spazio con esempi e riferimenti storici. Grazie al contributo di Fabrizio Carrai e Gianluca Neri, responsabili dei progetti e della sala di controllo della Kayser Italia , la platea di oltre 200 studenti ha potuto apprendere le caratteristiche principali della ISS, la sua struttura, i moduli, l’ esterno della stazione, la vita a bordo, gli arrivi e le partenze degli equipaggi e dei carichi di materiale. Sono stati inoltre mostrati i materiali di alcuni degli esperimenti già svolti dall’azienda sulla stazione.

Nei prossimi giorni si susseguiranno intense attività preparatorie fra cui l’istallazione dell’impianto radio presso l’istituto e la preparazione delle domande da porre all’astronauta. I ragazzi dovranno infatti preparare 20 domande che loro stessi faranno a Paolo Nespoli quando la stazione spaziale sorvolerà il cielo di Livorno.

L’evento è organizzato con la collaborazione di ARISS “Amateur Radio on the International Space Station”, dalle associazione dei radioamatori AMSAT Italia, ARI Sezione di Livorno, ARI Versilia, la Kayser Italia e con il supporto del Gruppo Utenti Linux Livorno. Una dimostrazione di grande impegno per l’ispirazione e la crescita dei nostri studenti.

A cura della redazione

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*