Le celebrazioni in ricordo del Giorno della Memoria

Per non dimenticare i tragici eventi della seconda guerra mondiale

verso cracovia incontro a Cecina sulla Memoria e la deportazione

LIVORNO – Domani, lunedì 27, si svolgeranno le celebrazioni ufficiali del Giorno della Memoria: alle ore 9.30 al cimitero ebraico (via Don Aldo Mei) deposizione di una corona e omaggio alle vittime della Shoa. Alle ore 10.30 presso la Prefettura (piazza Unità d’Italia) i saluti delle autorità (interverranno il sindaco, il prefetto e il presidente della Comunità Ebraica). Intervento del professor Claudio Vercelli, docente di storia contemporanea presso l’Università Cattolica di Milano. Esibizione musicale e riflessioni degli studenti della scuola secondaria di primo grado “G. Bartolena” e proiezione di parte del documentario “La questione ebraica: il fascismo e gli ebrei”.

Alle ore 11 alla Goldonetta si terrà una lezione-spettacolo rivolta agli alunni delle scuole medie Benci, Pazzini e Micali. Si tratta dell’evento conclusivo di un percorso di formazione, il secondo dei cinque previsti, che alcuni studenti dell’IIS Niccolini-Palli hanno svolto nell’ambito del progetto “Dal Pentagono al Pentagramma”: ri-creare tra Memoria storica e musica, risultato tra i vincitori del Bando Per chi crea 2019, promosso da Mibac e gestito da Siae. Lo spettacolo verrà replicato alle ore 17 riservato alla cittadinanza e alle autorità. Ingresso libero.

Ricordiamo poi che ancora oggi, 26 gennaio, e domani presso la Cappella Scafurno di Monterotondo, sarà visitabile l’installazione realizzata dall’associazione Effetto Collaterale “Sognavamo nelle notti feroci” nata da un’idea della drammaturga e regista Francesca Talozzi. Si tratta di un’architettura sonora di 17 voci costruita intorno ai frammenti di sogno di 5 deportati nei lager nazisti: Primo Levi, Anne Frank, Charlotte Delbo, la pisana Liana Millu e la livornese Frida Misul.

L’installazione sarà aperta al pubblico in tre diverse fasce orarie: alle 17, alle 18 e alle 19 e, per le scuole, alle 10.30, 11.30 e 12.30 di domani, lunedì 27 gennaio.

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*