Laviosa: “Torneremo a viaggiare”, al via il concorso fotografico dedicato al turismo

Presidente della giuria sarà Letizia Battaglia

concorso fotografico laviosa
Share

Pubblicato ore 14:36

  • di Valeria Cappelletti

LIVORNO – Turismo, lavoro e fotografia, metti insieme questi tre elementi ed ecco pronto il quarto concorso fotografico promosso dalla Fondazione Carlo Laviosa e dal Comune di Livorno.

“Un concorso che punta alla speranza, alla ripartenza” ha sottolineato l’assessore alla cultura, Simone Lenzi, sì, perché il titolo è: “Torneremo a viaggiare: il lavoro nel turismo fra tradizione e nuove forme di ospitalità“.

Questa edizione presenta anche molte novità: intanto punta all’Italia e non al territorio livornese come era stato per quella dello scorso anno del tutto speciale perché dedicata al lavoro a Livorno nonostante il Covid; poi sono previsti premi in denaro; ha una giuria di altissimo livello guidata da Letizia Battaglia, fotografa di fama internazionale e la fase finale, con la mostra, si svolgerà ai Granai di Villa Mimbelli dal 20 giugno al 15 agosto.

Il tema del concorso dunque è il settore del turismo che definisce la nostra identità culturale, animato e tenuto vivo dal lavoro di tantissime persone qualificate, un capitale umano di valore che, prima del Covid, rappresentava quasi un quinto del totale delle attività economiche italiane.

“Questo concorso – ha detto l’assessore alla cultura del Comune di Livorno, Simone Lenzi – mette in relazione la vocazione della Fondazione Laviosa per il lavoro e la particolare attenzione alla fotografia. Il lavoro è sempre stato al centro dell’attività della Fondazione e lo abbiamo visto declinare in molte forme. Quest’anno il titolo del concorso è all’insegna della speranza per un settore, quello del turismo, che ha pagato costi elevati per la pandemia. Ora è il momento in cui bisogna cominciare a interrogarsi sulle prospettive post pandemiche che non saranno mai le medesime del passato, e questo concorso potrebbe rappresentare uno strumento di riflessione. Siamo poi felici perché questa volta verranno utilizzati i Granai per l’esposizione delle fotografie”.

Rivolto a fotografi professionisti e amatoriali di tutta Italia, che abbiano compiuto il 18° anno di età, il concorso scadrà alla mezzanotte del 16 maggio. Si può partecipare con una singola immagine oppure con un progetto narrativo.

“Il nostro obiettivo è coinvolgere i giovani – ha detto Piero Starita, consigliere della Fondazione – cercando di abbattere questo divario che si crea tra le giovani generazioni e il settore lavorativo, se la Fondazione troverà la giusta strada per questo, raggiungeremo il nostro obiettivo”.

La giuria

Per questa edizione è prevista una giuria di altissimo livello che vede come presidente Letizia Battaglia, fotografa di fama internazionale e cittadina onoraria di Livorno; Federica Berzioli, direttore de Il Fotografo; Giacomo Bretzel, fotografo professionista; Maddalena Fossati, direttore di Condè Nast Traveller; Giovanni Laviosa, presidente della Fondazione Carlo Laviosa; Simone Lenzi, assessore alla cultura del Comune di Livorno; Angelo Loy, regista documentarista e presidente della Fondazione Giuseppe Loy; Carlo Lucarelli, AFI EFI EFIAP, delegato regionale FIAF per la Toscana. La giuria è coordinata da Simona Manfredini (Fondazione Carlo Laviosa) e Alessandro Paron (TST Art Gallery).

“Grazie a Serafino Fasulo, Letizia Battaglia è divenuta grande amica della Fondazione – ha detto Simona Manfredini – Crediamo che ai partecipanti farà piacere mostrare i loro lavori a una fotografa di fama internazionale. Fondazione Laviosa, dunque, avvia un percorso che da oggi proseguirà con la mostra di Martin Parr che doveva svolgersi lo scorso anno ma che fu rimandata e che, speriamo, si terrà a settembre”.

I premi

Sono previsti premi in denaro: 1° premio assoluto (singola immagine o racconto fotografico) € 4.000,00; 2° premio sezione immagine singola: € 2.500,00; 2° premio sezione racconto fotografico: € 2.500,00; 3° premio sezione immagine singola: € 1.000,00; 3° premio sezione racconto fotografico: € 1.000,00.

Modalità di partecipazione

Come iscriversi. È necessario connettersi al sito di Fondazione Laviosa sezione concorsi e compilare il modulo di partecipazione in tutte le sue parti, inviando le foto all’indirizzo email concorso2021@laviosa.com. Qui si trova anche il regolamento dettagliato.

Il concorso prenderà in considerazione sia foto singole che un progetto narrativo, ovvero un racconto per immagini. Non verranno accettate fotografie con la firma e/o segni identificativi riconoscibili di qualsiasi genere. Le fotografie dovranno essere frutto di un unico scatto e, nel caso del racconto, da una sequenza narrativa di scatti singoli; non è consentita la composizione fotografica tramite collage o programmi digitali. È ammesso il ritocco digitale limitato alle funzioni di riquadratura immagine, bilanciamento colore, esposizione, contrasto. Immagini non coerenti con il tema del concorso non verranno ammesse. Sono accettate sia foto in bianco e nero che a colori.

Ogni partecipante può inviare al massimo 3 foto singole o un racconto per immagini costituito da un minimo di 4 ed un massimo di 8 foto. Il formato dell’immagine deve essere di tipo JPG e profilo colore RGB. Ciascuna foto inviata alla mail concorso2021@laviosa.com dovrà avere la dimensione massima di 2500 pixel per lato lungo; non verranno ammessi altri formati. La dimensione dei file non deve essere maggiore di 1,5MByte. Il singolo file deve essere denominato da: nome, cognome e numero della foto (ad esempio nel caso dell’invio della 1° fotografia: mario rossi 1.jpg). Nel caso del racconto il numero della foto sarà indicativo della successione narrativa del progetto presentato. Le foto selezionate dovranno, successivamente, essere inviate nella dimensione massima di 45x30cm, pixel a 250 dpi, in formato JPG.

Il concorso è promosso in collaborazione gratuita con Fotoclub Nove, circolo affiliato FIAF 2283, e gode della Raccomandazione FIAF n°2021M01.

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*