La storia di Livorno attraverso le targhe commemorative: Giovanni Paolo Schulthesius

Fu pastore luterano, ma anche pianista e compositore

targhe commemorative livorno
La targa in via Pollastrini dedicata a Giovanni Paolo Schulthesius
Share

Pubblicato ore 12:00

LIVORNO – La targa commemorativa che vi presentiamo oggi è dedicata a Giovanni Paolo Schulthesius, pastore luterano, ma anche pianista e compositore. Nato in Germania, in una piccola cittadina della Baviera nel 1748m, dopo la laurea in teologia si trasferisce a Livorno nel 1773 dove diviene pastore luterano della Congregazione Olandese Alemanna. È stato un personaggio molto importante per la nostra città perché sotto di lui si formarono personalità influenti come il pedagogista Enrico Mayer.

Giovanni Paolo fu anche compositore, suonò davanti ai sovrani di Parma e di Toscana e intrattenne una fitta corrispondenza epistolare con Ufo Foscolo. Muore le 1816 e le sue ossa si trovano nell’Ossario della Congregazione di Livorno.

La targa si trova in via Pollastrini e porta la seguente iscrizione: “Dal 1773 al 1816 in questa via Pollastrini già via del Monte Vecchio ebbe sede la Cappella e l’abitazione del dottissimo Giovanni Paolo Schulthesius ministro ecclesiastico della Congregazione Olandese Alemanna e Danese nonché segretario perpetuo della classe delle Belle Arti nella colta e cosmopolita città di Livorno. Fu eccellente compositore, clavicembalista, organista, pianista e ottimo pedagogo. Ebbe Enrico Mayer come discepolo e Ugo Foscolo come fraterno amico“.

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*