La storia di sei allevatori di Alpaca contro lo sfruttamento

Domani un convegno sulla cooperazione equo solidale al Niccolini-Palli

Il manifesto dell'iniziativa
Share

LIVORNO – Lo sfruttamento del lavoro è un tema molto attuale, ogni giorno veniamo a conoscenza di lavoratori sottopagati, della piaga del caporalato e di uomini e donne costrette a impieghi estenuanti per pochi spiccioli. Un problema che coinvolge tutto il mondo e domani mattina al liceo Niccolini-Palli si terrà un convegno proprio su questo tema e sulla cooperazione equo solidale. Interverranno 6 allevatori di Alpaca, un animale molto simile al cammello, dalla lana pregiatissima, che racconteranno la loro esperienza di lavoro in Perù, dove vivono.

Questo convegno rientra in un progetto di cooperazione equo solidale che vede il coinvolgimento del liceo, in particolare degli indirizzi economico sociale e delle scienze umane, capofila è l’associazione no profit Icnos, con la collaborazione di Provincia Livorno Sviluppo. “Icnos – spiega il presidente Antonio Cerqua – opera sul versante dei diritti cioè tenta di formare e informare i lavoratori dei paesi sottosviluppati su quali siano i loro diritti quando lavorano. In particolare, in questo caso gli alpaqueros, sono i dirigenti di un consorzio di cooperative che abbracciano 600 famiglie e con il nostro lavoro siamo riusciti a metterli in contatto con due aziende tessili di Prato che già commercializzano 30-40mila tonnellate di fibra di alpaca. In questo modo gli allevatori hanno scavalcato le multinazionali che imponevano prezzi troppo elevati”.

Il progetto equo solidale con Iconos e il liceo Niccolini-Palli è iniziato due anni fa: “Si parla spesso di volontariato – ha detto la dirigente scolastica Nedi Orlandini – ma mai di cooperazione equo solidale, un’attività che può diventare una professione. Alcuni ragazzi che hanno partecipato al progetto in precedenza, adesso lavorano nel settore come cooperanti. L’obiettivo è di aiutare le popolazioni con problemi di sottosviluppo o sviluppo difficile, insegnando loro l’auto imprenditorialità, cioè come inventarsi una professione, e soprattutto come gestirla in maniera autonoma”. Al convegno, che si svolgerà alle 10 in Aula Magna, parteciperanno oltre ai due licei coinvolti anche gli alunni del liceo musicale che suoneranno e canteranno alcun brani di grandi autori.

Valeria Cappelletti

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*