“La rievocazione dinamica” di Cecina

Verrà allestito il quartier generale della 5^ Armata

Share
CECINA- Nel territorio del Comune di Cecina, durante l’avanzata delle truppe Alleate di Liberazione nel 1944, si combatté una durissima battaglia di terra che vide la morte di oltre 400 soldati di nazionalità statunitense, appartenenti alla 5^ Armata dell’esercito americano e oltre 120 soldati tedeschi. Quest’anno l’Amministrazione comunale ha deciso di rievocare il tragico evento, organizzando una serie di iniziative di particolare significato.

In modo specifico sarà rievocata la visita di S.A.R. Giorgio VI, Re di Inghilterra, del suo Primo Ministro Sir Winston Churchill, del Gen. Harold Alexander, del Gen. Mark Wayne Clark e di S.E.R. Cardinale Francis Joseph Spelmann, Arcivescovo cattolico della Diocesi di New York, che vennero a Cecina per conferire le onorificenze militari ai caduti della Battaglia di Cecina, sepolti in un cimitero improvvisato in località “Il Terriccio”, in seguito smantellato con conseguente trasferimento delle salme dei caduti nel Cimitero di Guerra Americano di Firenze.

“Cecina subì ben 44 bombardamenti in quegli anni perché non riuscivano a distruggere il ponte stradale sul fiume – ricorda Filippi – mentre quello della ferrovia e la stazione furono demoliti più facilmente”. “La Battaglia di Cecina fu il combattimento più cruento dopo la liberazione di Roma – prosegue lo storiografo – e in quei quattro giorni, dal 29 giugno al 2 luglio accadde di tutto nelle nostre zone, basti ricordare l’eccidio di Guardistallo”.

“In questa occasione vogliamo portare alla luce un altro inedito, un filmato in presa diretta che proietteremo giovedì sera – annuncia la presidente – e che ritrae il Gen. Clark nelle vicinanze di Vada mentre premia i suoi soldati che si erano particolarmente distinti durante la battaglia”.

Il presidente della “Compagnia Bravo” Eliano Morganti ha illustrato come l’associazione ha pensato di far rivivere quei momenti. Dalle ore 18,00 di giovedì 29 giugno sarà allestita una mostra presso il Circolo Culturale “Il Fitto”, di fatto preparatoria alla giornata del 2 luglio. Saranno esposti reperti originali provenienti da collezioni private, compresi reperti recuperati nel teatro di guerra da appassionati di scavo che con i metal detector hanno negli anni individuato oggetti; uniformi, mostra fotografica con foto d’epoca e mostra di modellismo con plastici verosimili.

Domenica 2 luglio, dalle ore 10,00, si svolgerà  dunque la rievocazione dinamica, verrà cioè allestito il quartier generale della 5^ Armata all’interno della pineta di Cecina Mare, in adiacenza al Viale Galliano, appena prima del cancellone della Forestale e di fronte al tiro a volo.

Nel pomeriggio ci sarà un interessante tour storico guidato che sarà possibile seguire con la propria bicicletta: una autocolonna, costituita da una decina di mezzi militari d’epoca, partirà a passo d’uomo dal “Parco dei Pini” di Cecina Mare percorrendo i luoghi della memoria, dove appunto si svolsero i combattimenti più cruenti. Durante le soste saranno illustrati gli scenari di guerra e le strategie utilizzate.

Alle 18,30 a Cecina Mare, di fronte la Terrazza dei Tirreni, si assisterà al lancio dei paracadutisti del 1° RGT “Tuscania” e infine alle 20.30, sempre alla Terrazza dei Tirreni si ballerà lo Swing suonato da un’orchestra dal vivo, esattamente come amavano fare i soldati americani giunti a sera.

 

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*