“La mia città, particolare”: le bellezze di Livorno ritratte dai giovani

Disegni, foto, dipinti che mostrano i particolari della nostra città

villa mimbelli torna a splendere dopo il restauro
Particolari di Villa Mimbelli. Foto: Valeria Cappelletti

LIVORNO – Quante volte, alzando lo sguardo su un edificio, notiamo qualche stemma o un disegno particolare? Quante volte osserviamo cancelli o porte con battenti dalle insolite forme o decorazioni? Sono piccole cose che rendono la nostra Livorno una città unica.

La mia città, particolare progetto che intende ritrarre le bellezze di Livorno
Un momento della conferenza stampa

Il Comune insieme all’Associazione Amici dei Musei e dei Monumenti livornesi dà il via al progetto dal titolo “La mia città, particolare” rivolto agli studenti delle scuole superiori e delle Università. Il progetto consiste nel riprendere particolari di Livorno (cancelli, porte e battenti, cortili, edicole votive, lapidi, colonne, campanili, scogli, muretti, moli, balaustre, terrazzi e molto altro) che siano unici e che rendano tale la nostra città.

“L’obiettivo di questo progetto – ha detto Chiara Lo Re, referente della Sezione Giovani dell’Associazione – è di divulgare tra i giovani e i giovanissimi l’amore per la nostra città, non solo perché viviamo in essa ma anche perché ha bellezze uniche che sono solo qui. Raccontare Livorno tramite i suoi particolari vuol dire raccontare la sua storia”.

Il progetto rientra nel bando Cisternino per i giovani e per il bene comune lanciato lo scorso anno dall’amministrazione comunale: “Perché i giovani avanzassero proposte su alcuni filoni tematici, come cultura e arte, e perché lo stesso Cisternino diventasse un laboratorio di confronto e condivisione di idee e progetti” ha detto il vicesindaco Stella Sorgente. Ma vediamo nello specifico il progetto.

Chi può partecipare

Possono partecipare sia studenti in maniera individuale che in gruppi.

Misure e tecniche

Si può utilizzare la fotografia, il disegno o la pittura per ritrarre i particolari. I lavori devono essere originali (pena l’esclusione).

I disegni o i dipinti dovranno avere un formato A4 o A3, le fotografie i formati 1:1, 3:2, 16:9. Le risoluzioni dovranno essere tali da avere una stampa di almeno 30 cm per il lato corto ed essere inoltrate in formato JPG poiché dopo un primo invio dei lavori tramite email, sarà necessario presentare la forma cartacea.

Insieme ai lavori dovrà essere inviato anche un breve testo scritto (massimo due pagine, grandezza del carattere non inferiore a 13pt, in formato PDF) che trasmetta al pubblico l’interesse e le emozioni legate al particolare, le scoperte fatte lavorando sull’oggetto rappresentato, le curiosità, i ricordi e il suo uso. I testi dei lavori scelti saranno trasformati in piccole pièce teatrali con l’aiuto dei ragazzi della Sezione Giovani dell’Associazione.

Il materiale dovrà essere inviato per email a lamiacittàparticolare@gmail.com e solo dopo aver ricevuto l’email che attesta l’idoneità del lavoro, sarà necessario presentare il formato cartaceo.

Tempi

Scadenza il 28 febbraio: entro tale data i lavori dovranno essere inviati a lamiacittàparticolare@gmail.com;
– entro il 5 marzo i partecipanti, i cui lavori saranno stati accettati, riceveranno una email e dovranno consegnare il loro progetto in formato cartaceo alla Sezione Giovani degli Amici dei Musei in piazza Manin 8 il martedì dalle 10 alle 12 o in altro orario concordato chiamando il 3478909246;
– 15 marzo giorno ultimo per la consegna degli elaborati cartacei;
– dal 19 al 23 marzo esposizione al pubblico dei lavori selezionati nei locali del Cisternino di Città;
– 23 marzo alle ore 16.30 rappresentazione teatrale al Cisternino dei lavori e premiazione dei primi tre classificati.

La Giuria

Valuteranno i lavori un rappresentante del Comune di Livorno, il presidente dell’Associazione Anna Maria Pecchioli Tomassi e la referenze della Sezione Giovani Chiara Lo Re, gli studenti Ambra Passetti e Mattia Lombardi (entrambi iscritti alla Sezione Giovani). Quelli idonei verranno esposti al pubblico per una settimana e al termine si svolgerà un pomeriggio dedicato alle rappresentazioni teatrali.

I premi

Al primo classificato andranno 100 euro, al secondo 80 euro, al terzo 50 euro. I premi sono messi a disposizione dall’Associazione Amici dei Musei e dei Monumenti livornesi.

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*