“La macelleria vegana” tra ironia e livornesità al Teatro Enzina Conte

In scena sabato 13 e domenica 14 novembre

Disegno di Irene Deidda
Share

Pubblicato ore 14:00

LIVORNO – A Livorno sono misteriosamente scomparsi due parlamentari e una nota macelleria, riconvertita per necessità al vegano, è al centro delle indagini, diventando così specchio di una città piena di contraddizioni, di evidenti difetti, di pregi spesso nascosti. È la trama di “La macelleria vegana” lo spettacolo della Compagnia Libere Parole, testo e regia di Maila Nosiglia, in scena sabato 13 ore 21 e domenica 14 novembre ore 17 al Teatro Enzina Conte del Centro Artistico Vertigo (via del Pallone, 2).

Una commedia intrisa di divertente livornesità, sorridente e ironica ma con l’occhio ai grandi problemi del nostro tempo, dall’ambiente al gioco d’azzardo, da una politica da reinventare alla sciocca massificazione sociale, dall’immigrazione alla inarrestabile crisi economica… e con una conclusione inaspettatamente ottimista.

Informazioni e prenotazione obbligatoria: 0586210120.
Obbligo di Green Pass.

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*