Il volontariato negli scatti di sette fotografi in mostra a Villa Mimbelli

Hanno testimoniato per ben quindici mesi il lavoro delle associazioni

Foto: G. Donati
Share
  • di Gianluca Donati

LIVORNO – Fotografie in verticale o in orizzontale, in bianco e nero o a colori, ciascuna sviluppando un “suo tema” e diversificate a seconda dello stile personale dell’autore, ma tutte avendo come tema il lavoro di
volontariato svolto da associazioni che nella nostra città si occupano di disabilità, autismo, terza età, affido, amore per gli animali e altri argomenti sociali, all’interno del percorso produttivo – didattico promosso dalla
Fondazione Laviosa.

La mostra dal titolo “Volontariato. Quando condividere rende tutti migliori”, è stata inaugurata ieri, sabato 7 dicembre, presso i Granai di Villa Mimbelli, preceduta da una breve conferenza stampa nella sala degli Specchi di Villa Mimbelli alla presenza dell’assessore alla cultura Simone Lenzi.

I fotografi che espongono sono 7: Elisa Heusch, Eleonora Carlesi, Claudio Esposito, Serafino Fasulo, Francesca Giari, Alessandra Mangione, Yoschiro Murata. Gli autori vagliati, hanno testimoniato per ben quindici mesi il lavoro delle associazioni di volontariato. Gli scatti sono stati selezionati dal fotografo Ivo Saglietti, professionista vincitore di tre World Press Photo e numerosi altri premi. Ogni autore si è espresso attraverso un personalissimo reportage che narra in sintesi la propria esperienza, esprimendo forti emozioni che sono frutto dell’osservazione di un mondo che coinvolge moltissime persone che offrono un’opera di grande importanza per la comunità, aiutando le persone bisognose e le loro famiglie.

Nonostante il tema trattato, le immagini esposte non si servono di facili escamotage patetici, al contrario, sprizzano un senso di vitalità. Un aspetto che è stato fatto notare anche dall’assessore Lenzi: “Quando mi è stato chiesto di scrivere un’introduzione al catalogo allegato alla mostra, ho cercato di ribadire un concetto semplice, ma importante queste foto sono la testimonianza di una vitalità estrema, e credo che siano perfettamente in grado mettere al centro della scena quelle persone fragili che ne hanno diritto”.

Il catalogo contiene ben 132 fotografie che illustrano la mostra. Il progetto è stato reso possibile anche grazie alle associazioni A.T.D.R.A, Amici della Zizzi, Felix, Ippoasi Onlus, Mayor Von Frinzius, P.A.V, Parco del Mulino, Progetto Filippide Livorno.

La mostra fotografica, a ingresso gratuito, è aperta il venerdì dalle 16 alle 19, il sabato e la domenica dalle 10 alle 13 e dalle 16 alle 19 e terminerà il 5 gennaio.

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*