Il The Cage sospende le attività: “In attesa di capire quando potremo realmente riaprire”

Salta dunque il tradizionale concerto della Vigilia con Bobo Rondelli

Foto di Pexels da Pixabay
Share

Pubblicato ore 13:20

LIVORNO – “Ormai siamo abituati a questo tipo di comunicati quindi evitiamo lunghe introduzioni di quanto sia per noi difficile scrivere queste quattro righe e bla bla bla… Chiudiamo il nostro amato Teatrino fino al 31 gennaio (minimo) in attesa di capire quando potremo realmente riaprire, lo chiudiamo già da stasera, la sera della Vigilia, nonostante ancora il Decreto del Governo non sia stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale (e al momento nessuno sa quando sarà pubblicato)”. A scrivere queste parole sono gli organizzatori del The Cage sulla Pagina Facebook del locale.

Una notizia che dispiace moltissimo, il teatrino aveva infatti riaperto da poco con i primi concerti e le prime serate: il 18 dicembre erano saliti sul palco Joe Bastianich & La Terza Classe e questa sera doveva tenersi l’ormai tradizionale concerto di Bobo Rondelli insieme ai SuRealistas.

“Non barattiamo la nostra dignità di lavoratori, e di esseri umani, per poter sfruttare qualche cavillo burocratico che ci permetta di aprire per le ultime due serate – scrivono gli organizzatori – Siamo sotto pressione da quasi due anni, lo siamo noi e le nostre famiglie, quindi abbiamo deciso, per noi e per loro, che questo Natale lo vogliamo passare più serenamente possibile, come se fossimo anche noi lavoratori di serie A e non lavoratori di serie C. Tutti i biglietti acquistati per i concerti di Bobo Rondelli e SuRealistas, Vietnow e Tonino Carotone saranno rimborsati. Per quanto riguarda le prevendite acquistate sul circuito Dice è già partito automaticamente il rimborso, per quanto riguarda invece le prevendite acquistate sul circuito Vivaticket vi arriveranno a breve comunicazioni sul rimborso dei biglietti. Ci vediamo presto, vi aspettiamo al Bad Elf pub e a Borgo Burger, le due attività sopravvissute a questo ultimo Decreto, e vi promettiamo che torneremo più forti di prima, è una promessa per tutti quelli che ci vogliono bene ma anche per tutti quelli che vorrebbero Livorno una città dormitorio. Torneremo e sarà Festa!
Un’ultima cosa però vogliamo dirvela: siete bellissime, siete bellissimi … tutti!”.

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*