Il senso del ridicolo tra comicità e satira con Paola Cortellesi

L'attrice romana sarà la madrina del Festival livornese

il senso del ridicolo
L'attrice romana Paola Cortellesi

LIVORNO – Sarà Paola Cortellesi ad aprire la terza edizione del Festival “Il senso del Ridicolo” in programma a Livorno dal 28 al 30 settembre.

La kermesse dedicata all’umorismo e alla satira, diretta da Stefano Bartezzaghi, vedrà l’attrice e comica romana, David di Donatello come migliore attrice protagonista per Nessuno mi può giudicare (2011) e Globo d’Oro 2018 come migliore attrice per Come un gatto in tangenziale, calcare il palco del Teatro Goldoni il 28 settembre alle ore 21.30 con “Siamo Stelle o Caporali?“. Biglietto: 3 euro.

“Livorno è la città perfetta per questo festival – ha detto Francesco Belais, assessore alla cultura – umorismo e satira sono molto presenti, è una città accogliente non solo per la presenza del mare e per la sua tradizione enogastronomica ma anche perché restiamo simpatici a tutti. Puntare sugli eventi sta dando i suoi risultati, nel 2017 abbiamo avuto un incremento della tassa di soggiorno che è passata da 360mila euro a 450mila euro con una percentuale del 38% in più di presenze negli alberghi”.

“Un festival che proietta Livorno in un contesto nazionale” ha detto Luciano Barsotti, presidente di Fondazione Livorno, promotrice dell’iniziativa in collaborazione con il Comune.  “Che porterà molte persone secondo quella logica dell’accoglienza che l’Amministrazione intende seguire, pertanto – ha detto Paola Baldari, assessore al commercio – faccio un appello ai residenti della Venezia e ai commercianti affinché accolgano coloro che arriveranno, perché questa è un’occasione unica per la città non solo dal punto di vista culturare”.

Tre giorni all’insegna della comicità che abbraccerà la musica, la letteratura fantastica, la politica, il mondo degli animali e la fotografia con tanti personaggi della televisione, scrittori, comici, musicisti, con eventi sparsi in vari luoghi della città: Fortezza Vecchia, piazza del Luogo Pio e dei Domenicani, Teatro Goldoni e Vertigo.

Venerdì 28

Si parte venerdì 28 alle ore 17 con l’inaugurazione del festival in piazza del Luogo Pio che alle 17.30 ospiterà Bianca Pitzorno e Davide Tortorella inventori del programma del 1973 Dirodorlando un gioco di enigmi per ragazzi (l’ingresso è gratuito); la sera poi due appuntamenti al Goldoni con Paola Cortellesi e al Teatro Vertigo alle 21 con la proiezione del film di Mario Monicelli Romanzo Popolare (biglietto 3 euro).

Sabato 29

Sabato 29 segnaliamo l’incontro con due livornesi che dopo aver fatto lo stesso liceo hanno deciso di vivere fuori dalla città, la prima molto lontano da Livorno, il secondo un po’ più vicino, parliamo di Concita De Gregorio e di Simone Lenzi che saranno i protagonisti di “Ma sei fuori? Il distacco come condizione dell’umorismo” (ore 11 in piazza del Luogo Pio). Biglietto 3 euro.

Nel pomeriggio alle 15.30 in piazza dei Domenicani verrà affrontato il tema degli animali nei social, ovvero “La fattoria degli animali social. Piccolo bestiario autoironico della rete“. I due protagonisti Vera Gheno e Bruno Matroianni faranno una conferenza-spettacolo sui comportamenti tenuti dalle persone sui social: c’è il leone da tastiera, il grillo parlante e molti altri (ore 15.30. Ingresso 3 euro).

Continuando a parlare di animali, il Teatro Goldoni ospiterà la sera alle 21 Fabrizio Gifuni con le “Galline Autolesioniste Declamano Dubitazioni Amletiche” con una scelta di alcune pagine dello scrittore Carlo Emilio Gadda. Sempre alle 21 ma al Teatro Vertigo, proiezione del film di e con Renato Pozzetto Saxofone con Massimo Boldi, Mariangela Melato, Cochi Ponzoni, Teo Teocoli, Diego Abatantuono (biglietto 3 euro).

Domenica 30

Domenica 30 alle 11 umorismo e politica saranno i protagonisti dello spettacolo che vedrà protagonisti Giuseppe Civati, Franceso Costa e Stefano Bartezzaghi con “Il censo del ridicolo: politici e buffoni” in piazza dei Domenicani (biglietto 3 euro) e a seguire (ore 12, biglietto 3 euro) Michele Smargiassi parlerà di fotografia comica prendendo come esempio i tanti turisti che in piazza dei Miracoli “reggono” la Torre di Pisa.

Anche la letteratura fantastica include personaggi ed episodi umoristici, ne parlerà Loredana Lipperini. Dall’Orlando furioso a Games of Thrones fino a Guida galattica per autostoppisti (ore 17.30 in piazza dei Domenicani, biglietto 3 euro).

A chiudere la kermesse sarà Matteo Caccia con “Prendo casa a Livorno“, il racconto della città attraverso le sue case, tra bilocali, ville e monolocali soppalcati (piazza del Luogo Pio ore 18.45, ingresso 3 euro). La sera alle 21 ultima proiezione al Teatro Vertigo con Kamikazen – Ultima notte a Milano di Gabriele Salvatores (ingresso 3 euro).

Tra gli altri eventi citiamo “ABAB. La stanza dei giochi” in Fortezza Vecchia con ingresso gratuito: agli spettatori verrà chiesto di entrare direttamente nel gioco che vede la presenza di tantissime statue che raffigurano gli animali. Inaugurazione venerdì ore 16. Orari: venerdì e sabato 16-20; domenica 9-20. L’esposizione fotografica alla Bottega del Caffè (viale Caprera, 35) dei 150 volontari del Festival (ingresso gratuito).

Info: 0586826133, per la biglietteria: 0586211596 – biglietteria@ilsensodelridicolo.it.

Biglietteria: si trova sugli Scali Finocchietti, 4. Apertura dal 26 al 28 luglio dalle 16.30 alle 19.30. Agosto dal 2 al 5 dalle 20 alle 23, di seguito giovedì, venerdì, sabato dalle 16.30 alle 19.30. Da settembre dall’1 al 22 il giovedì, venerdì  e sabato dalle 16.30 alle 19.30, dal 24 al 27 settembre dalle 16.30 alle 19.30. Durante il festival dalle 9 alle 21.30. I biglietti ancora disponibili saranno venduti sul luogo dell’evento 30 minuti prima dell’inizio.

Per consultare il programma completo e per la prevendita online dei biglietti clicca qui.

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*