“Il Rifugio della sabbia”, un convegno dedicato all’immigrazione

Tre giorni con molte associazioni e vari relatori

il rifugio della sabbia convegno in fortezza vecchia su immigrazione
  • di Valeria Cappelletti

LIVORNO – Tre giorni di dibattiti dedicati al tema dell’immigrazione, un modo per far riflettere la cittadinanza su un argomento al centro della discussione politica e sociale italiana.

Parte venerdì 13 settembre “Il Rifugio della sabbia. Da Mare Nostrum a spazio di frontiera“, un convegno organizzato dal Comune di Livorno in Fortezza Vecchia (Sala Canaviglia) al quale prenderanno parte molte associazioni tra cui Libera, Cesdi, Comunità di Sant’Egidio, Caritas Livorno, Osservatorio Internazionale studi sul Mediterraneo, Fondazione Nigrizia, Liberi Cittadini, Solidarietà e Cooperazione Cipsi, Open Arms e Università di Pisa.

“Il nostro intento – ha detto l’assessore Barbara Bonciani con delega alla cooperazione internazionale e alla pace – è quello di affrontare la questione dell’immigrazione in ogni suo aspetto: le cause che la determinano, gli aiuti che vengono destinati, le ripercussioni socio economiche che il lavoro degli immigrati ha nella nostra società. Non tutti sanno ad esempio che i 3 miliardi di contributi versati ogni anno all’INPS dagli immigrati che operano nel nostro paese, non vengono recuperati da loro ma destinati alle pensioni degli italiani”.

Il titolo scelto per il convegno, a ingresso libero, è la traduzione di un verso virgiliano dell’Eneide (I 538-543): “Huc pauci vestris adnavimus oris. Quod genus hoc hominum? quaeve hunc tam barbara morem permittit patria? hospitio prohibemur harenae: Qui, in pochi, nuotammo alle vostre spiagge. Che razza di uomini è questa? O quale patria così barbara permette simile usanza? Ci negano il rifugio della sabbia“.

“Questo convegno – ha detto Simone Lenzi, assessore alla cultura – È la risposta infatti a una campagna di criminalizzazione portata avanti in questi anni contro le ONG che svolgono funzioni della legge del mare, non può essere un crimine salvare chi sta naufragando, è una regola di civiltà. Occorre pertanttrattare il tema slegandolo da vuoti slogan e tornare a fare politica in senso vero, riportando l’attenzione sul tema con approfondimenti e informazioni corrette, attendibili scientificamente”.

Durante i tre giorni sarà attivo uno sportello informativo sulle politiche comunitarie in materia di cooperazioni e politiche immigrazione a cura del Centro d’Informazione Europe Direct (EDIC) del Comune di Livorno.

Questo il programma

Venerdì 13 settembre
ore 16:30 Apertura Lavori
Luca Salvetti, Sindaco di Livorno

ore 17:00 – 18:30
“Dei salvati e dei sommersi. I diritti dell’uomo, il dovere della memoria”
Intervengono:
Claudia Cinelli, Ricercatrice RDT in Diritto Internazionale, Università di Pisa
Fabio Dei, Professore associato discipline Demoetnoantropologiche, Università di Pisa
Caterina Di Pasquale, Ricercatrice RDT discipline Demoetnoantropologiche, Università di Pisa
Moderano
Eleonora Sirsi, Presidente del consiglio aggregato dei corsi di laurea in Scienze per la Pace, Cooperazione Internazionale e trasformazione dei conflitti
Sonia Paone, Vicepresidente del Corso di Laurea magistrale in Scienze per la Pace, Cooperazione internazionale e trasformazione dei conflitti.

Ore 18:30-20:00
“Salvare le vite umane in mare non è un reato”
Interviene: Valentina Brinis, Project coordinator Open Arms

ore 21:00

Sandro Veronesi, presentazione libro Cani d’estate. Abbaiare contro il razzismo. La nave di Teseo.
Modera: Simone Lenzi, Assessore alla cultura, Comune di Livorno.

Sabato 14 settembre

ore 17:00-18:30
“Aiutiamoli a casa loro? Un mantra da ripensare”
Intervengono:
Niccolò Rinaldi, Presidente Associazione Liberi Cittadini
Guido Barbera, Presidente Solidarietà e Cooperazione Cipsi
Gianni Ballarini, Giornalista, redattore di Nigrizia, Fondazione Nigrizia Onlus
Presiede e modera:
Barbara Bonciani, assessore Porto, Integrazione città-porto, cooperazione e pace, università, ricerca e innovazione, relazioni internazionali del Comune di Livorno. Esperta Nazioni Unite Migrazioni (Roster of expert on migration – ACP-UE Migration action).

Ore 18:30-20:00
“Salvare le vite umane in mare non è un reato”
Interviene: Valentina Brinis, Project coordinator Open Arms

ore 21:00
Spettacolo di danza sul tema migrazioni a cura di Slide dance studio a.s.d., Pisa.

ore 21:15
Sviluppo umano e aiuto umanitario.
Storie di solidarietà, professionalità e impegno civile: testimonianze a confronto
Intervengono:
Tanja Berretta, esperta aiuto umanitario e cooperazione internazionale allo sviluppo; consulente Nazioni Unite e ONG; direttrice del Master post laurea HOPE (Humanitarian Operation in Emergencies), Social Change School; Direttrice scientifica della Humanitarian Training Academy.
Martina Pignatti Morano, Responsabile Programma Peacebuilding e coesione sociale “Un ponte per”, coordinatrice del tavolo interventi Civili di Pace e membro segreteria del Iraqui Civil Society Solidarity Initiative.

Partecipano alla discussione studenti universitari impegnati in attività a supporto delle migrazioni e cooperazione internazionale.
Modera:
Barbara Bonciani, assessore Porto, Integrazione città-porto, cooperazione e pace, università, ricerca e innovazione, relazioni internazionali del Comune di Livorno. Esperta Nazioni Unite Migrazioni (Roster of expert on migration – ACP-UE Migration action).

Domenica 15 settembre

ore 17:00-18:30
“L’altro lato delle migrazioni: lavoro e diritti”
Intervengono:
Gianfranco Francese, Presidente Ires Toscana
Gianluca Famiglietti, Professore di diritto delle migrazioni, Università di Pisa.
Don Andrea Bigalli, Associazione Libera
Presiede e modera:
Barbara Bonciani, assessore Porto, Integrazione città-porto, cooperazione e pace, università, ricerca e innovazione, relazioni internazionali del Comune di Livorno. Esperta Nazioni Unite Migrazioni (Roster of expert on migration – ACP-UE Migration action).

Ore 18:30-20:00
“Tra accoglienza e diffidenza: problematiche aperte e strumenti di gestione”
Intervengono:
Ahmed Habouss, Osim (Osservatorio internazionale studi sul mediterraneo)
Shahrazad Al Basha, Presidente Cesdi (Centro servizi donne immigrate)
Walter Massa, Responsabile nazionale accoglienza Arci Solidarietà.
Dario Vannozzi, Responsabile area immigrazione Fondazione Caritas, Livorno
Lorenza Litrico, Comunità di Sant’Egidio
Presiede e modera:
Andrea Raspanti, assessore alle politiche abitative, coesione sociale, terzo settore, associazionismo e diritti, Comune di Livorno

ore 21:00

Elena Stancanelli presentazione del libro “Venne alla spiaggia un assassino”, La Nave di Teseo coll. Oceani, 2019
Modera:
Simone Lenzi, Assessore alla cultura, Comune di Livorno.

Informazioni

0586/820117

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*