Il Festival Erotica chiude con l’horror di Joe D’Amato

Sarà presente Alessio Porquier del FIPILI Horror Festival

festival erotica e horror
Share

LIVORNO – Il Festival Erotica chiude con il connubio tra eros e horror. Esiste un filone che lega la paura all’erotismo anche piuttosto spinto, ne è un esempio “Porn Holocaust” diretto da Joe D’Amato e Bruno Mattei. Proprio il regista Joe D’Amato, insieme a Jess Franco, sarà protagonista dell’ultimo incontro del Festival che si svolgerà alla TST Art Gallery (corso Amedeo 196) e che vedrà la presenza di Alessio Porquier, direttore artistico del FIPILI Horror Festival.

Sia Joe D’Amato, vero nome Aristide Massaccesi, che Jess Franco hanno un legame particolare con Livorno: a D’Amato venne dedicato un festival nei primi anni 2000 e Franco fu ospite di questo festival nel 2005. Partendo dunque dai due personaggi verrà trattato il rapporto tra erotismo e horror.

A chiusura della conferenza proiezione del cortometraggio “Queen Kong” una fusione ideale tra eros e horror che fu proiettato con grande successo al FIPILI Horror Festival nel 2017. Il film è rigorosamente vietato ai minori di 18 anni. La serata sarà allietata anche da un aperitivo. Ingresso libero.

Si ricorda che fino al 30 novembre sarà possibile visitare le seguenti mostre:

Erotica” con gli scatti di Pino Falleni e Zanzara Mug negli spazi di TST Art Gallery (corso Amedeo, 196) (dal lunedì al venerdì 9-12 e 15-19, chiuso il mercoledì pomeriggio).
La cattiva strada” da Generali Livorno (via Cairoli, 21) con le foto di Claudine Caribotti, Diego Piccaluga e Stefano Tommasi, tre autori che espongono i propri scatti in un vero e proprio percorso sul tema dell’erotismo. Orario: dal lunedì al giovedì 8.45-12.45 e 15-17.30, il venerdì dalle 8.45 alle 12.45.
Erotico collage d’interni” da Daidone Immobiliare (via Magenta, 15) a cura di Patrizia Tonello, visitabile dal lunedì al venerdì dalle 18 alle 20.
Mostra fotografica di Giuseppe Desiato” alla Gian Marco Casini Gallery (via Montebello, 5) dal lunedì al sabato (10-13 e 16-20).
L’ingresso alle mostre è gratuito.

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*