Gozzette a 4 remi, la consegna questa mattina in Fortezza Nuova

Ufficialmente aperta la stagione delle gare remiere

gozzette
Comitato organizzatore, atleti, simpatizzanti, tutti insieme per la foto di gruppo. Foto: Valeria Cappelletti
Share
  • di Valeria Cappelletti:

LIVORNO – Anche il bel tempo ha voluto salutare la consegna delle 6 gozzette a 4 remi avvenuta questa mattina nel pratone della Fortezza Nuova. Nella suggestiva cornice, con le mura della Fortezza alle spalle, il verde del prato da poco tagliato e lo specchio d’acqua, i membri del Comitato Organizzatore del Palio Marinaro, capeggiato da Maurizio Quercioli, hanno potuto finalmente mostrare le imbarcazioni rinnovate insieme all’assessore allo sport Andrea Morini.

“Sono state tutte riverniciate con le tinte delle varie sezioni nautiche – ha detto Giancarlo Mariotti, presidente della commissione tecnica del Palio – dopo che lo scorso anno avevamo tinto i remi”. Solamente 6 cantine su 8 hanno ritirato le gozzette, perché Ardenza e Labrone non allestiranno né l’equipaggio Under 18, né quello delle ragazze. O almeno, per il momento, così ha fatto sapere il Comitato Organizzatore.

Grande soddisfazione è arrivata dal presidente Maurizio Quercioli: “In questa bellissima giornata possiamo dichiarare ufficialmente aperta la stagione remiera. Queste imbarcazioni, consegnate alle sezioni nautiche, serviranno per gli allenamenti per il Minipalio e per il femminile. Intanto il 21 e 22 aprile si disputerà il Palio speciale dei ragazzi diversamente abili. Mentre tra le novità, speriamo di avere, a giugno, un prototipo delle nuove barche a 10 remi in resina, che arriveranno nel 2019, da mostrare alla Terrazza Mascagni“.

A proposito dei gozzi a 10 remi il presidente del Palio Marinaro ha annunciato che verranno consegnati in anticipo rispetto a quanto previsto in precedenza: “Abbiamo fatto un lavoro super per restaurale in tempo e stiamo prendendo accordi con tutti i presidenti. Tra giovedì 29 e sabato 31 marzo consegneremo le barche“.

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*