Giornate FAI, visite all’Istituto Mascagni e al Museo Diocesano

Previsto anche un concerto di pianoforte

suoni inauditi
L'Istituto Mascagni

LIVORNO – Domenica 13 ottobre torna l’appuntamento con le Giornate FAI d’autunno che compiono otto anni. La delegazione livornese aprirà al pubblico l’Istituto superiore di studi musicali Pietro Mascagni (Complesso Gherardesca) e il Museo Diocesano in via Galilei, per l’evento “Livorno ottocentesca tra arte e religione“. Non bisogna prenotarsi per le visite.

Le visite saranno condotte da giovani studenti dell’IIS Niccolini-Palli e si svolgeranno dalle 10.00 alle 18.00 con orario continuato (18.00 ultimo ingresso). In caso di forte affluenza potrà essere anticipata la chiusura dell’ingresso. Il percorso partirà dal Complesso A. Gherardesca e poi proseguirà al Museo Diocesano.

L’evento è aperto sia agli iscritti FAI che ai non iscritti e per chi lo desidera sarà possibile effettuare l’iscrizione al FAI presso i tavoli presenti subito all’esterno del Complesso Gherardesca. Per gli iscritti FAI sarà organizzato l’ingresso prioritario con il “salta fila”.

Sarà chiesto ai partecipanti un contributo volontario per la visita, a partire da 3 euro.

Inoltre alcuni studenti dell’Istituto Mascagni si esibiranno in un concerto di pianoforte alle ore 17, con il seguente programma:

C. Saint Saëns, Danza macabra per pianoforte a quattro mani Davide Meli e Dario Cappetti, pianoforte
R. Schumann, Allegro Op. 8 in si minore
L. Van Beethoven, I tempo dalla sonata Op. 101 F. Chopin, Studio Op. 25 n. 5
S. Rachmaninov, Studio Op. 39 n. 9
Lucrezia Liberati, pianoforte
F. Liszt, Fuga sul corale “Ad nos salutarem undam” S. 624 dall’opera “Prophète” di Giacomo Meyerbeer
Lucrezia Liberati e Simone Librale, pianoforte

È richiesta solo la prenotazione per partecipare al concerto dato che i posti sono limitati (inviare una mail all’indirizzo livorno@delegazionefai.fondoambiente.it).

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*