Fumetti, cosplay e tanti stand, torna LabroniCon in Fortezza Vecchia

Lo scorso anno furono 5mila i visitatori

Foto: Glauco Fallani
Share
  • di Gianluca Donati

LIVORNO – E siamo giunti alla 4^ edizione del LabroniCon, fiera del fumetto, gioco e cosplay che anche quest’anno si svolgerà nella suggestiva scenografia architettonica della Fortezza Vecchia, costruzione medievale che si erge a difesa del Porto Mediceo di Livorno e che si presta a far da teatro a questa pittoresca iniziativa, ambientata nel mondo dei pirati che lo scorso anno ha raggiunto il record delle 5000 presenze.

L’evento si svolgerà sabato 11 e domenica 12 maggio e promette di ripetere il successo delle precedenti edizioni; un evento molto atteso soprattutto per gli appassionati di manga, modellini, action figures, fumetti, videogiochi, giochi da tavolo, gioco libero role playing games e autori.

Tra le numerose iniziative (circa una sessantina), sono degne di nota la mostra mercato dedicata alle illustri case editrici fumettistiche tra le quali Kleiner Flug, SlowComics, Amianto Comics e la Lucca Manga School.

Gli ospiti

L'artista Rame 13 è la vincitrice del contest per la realizzazione di un murale in piazza San Marco
L’artista Rame 13 autrice del murale

Sarà presente anche il fumettista livornese Davide Susini per il “firmacopie” della sua graphic novel su Cosimo De Medici. Un’altra importante ospite sarà l’artista tatuatrice e illustratrice Ginevra Giovannoni, in arte “Rame 13”, già conosciuta nella città labronica per aver eseguito lo splendido murales “Ciarle De Barrios” in Piazza San Marco.

Giochi e tornei

Nello spazio interamente dedicato ai Games e ai tornei sarà possibile divertirsi con diversi giochi di ruolo e da tavolo, supportati dai soci dell’associazione Ruzzoteca di Livorno. I tornei inizieranno sabato mattina con la semifinale del progetto “Gioco Scaccia Gioco”, finalizzato a combattere le ludopatie. Poi proseguiranno sabato e domenica.

Stand e gadget

Sarà disponibile anche un’area mercato, dove decine e decine di stand proporranno ogni tipo di gadget dall’abbigliamento, agli accessori, tutto assolutamente in tema con la manifestazione.

Cosplay e comicità

Foto: Glauco Fallani

In un’altra sala, sabato e domenica pomeriggio si svolgeranno due sfilate di Cosplay  degli Avengers ed endGame e il tradizionale concorso per i Cosplayers. E poi spazio alla comicità, spettacolo e musica con i labronici Claudio Marmugi e Tommaso Eppesteingher che presenteranno la storia della nostra città a fumetti; mentre il disegnatore Luca Panciroli e lo sceneggiatore Alessio Landi presenteranno “Re Conan – Re Cimmero”. Mentre la Quadratura dei Pisani sarà il luogo di un ricco palinsesto musicale a tema cartoon che farà da colonna sonora a entrambi i giorni della fiera. Non poteva mancare ovviamente una ricca e appetitosa area ristoro.

La parola al presidente

Abbiamo raggiunto il fumettista e presidente della manifestazione Alessandro Balluchi che si è gentilmente concesso per una breve intervista in esclusiva per il LivornoSera.

Com’è nata l’idea di una fiera del fumetto a Livorno?

Dunque, è molto particolare, perché il LabroniCon esiste grazie ad un evento che una ragazza Camilla Pietramala ha fatto su Facebook nel lontano 2014; lei voleva organizzare un ballo cosplay sulla Terrazza Mascagni legata eventualmente ad una fiera del fumetto, ha così pubblicato un evento Livornocomic, chiedendo a chiunque volesse contribuire di darle una mano. Da prima, ognuno di noi che ancora non ci conoscevamo, nel suo settore si è fatto avanti secondo i propri interessi: io mio sono fatto avanti aiutando sulla parte del fumetto, sono fumettista, ho cominciato adesso questo percorso e conosco il mondo delle fiere anche dal dentro, e quindi abbiamo cominciato a discutere da prima online, poi attraverso riunioni per scoprire come si crea una fiera. Quindi abbiamo imparato sul campo, inizialmente riunendoci nelle fumetterie e nei pub, mano a mano da un gruppo molto nutrito di appassionati è nato, nel tempo, un gruppo meno numeroso ma più motivato ad andare avanti. Grazie ad alcuni contatti che alcuni di noi avevano con la Fortezza è poi nata l’idea di puntare sulla “situazione piratesca”.

Quanto richiede realizzare un simile evento?

Un anno! Esattamente dopo una settimana di tempo dalla fine della manifestazione si comincia subito a lavorare sulla successiva, poiché contatti, logistiche, fornitori, e situazioni di carattere commerciale e artistico hanno bisogno di essere coltivate durante l’anno; praticamente dobbiamo avere le idee ben chiare e a questo serve anche avere un gruppo, perché anche se alla fin fine c’è un solo direttore artistico, è necessario avere una condizione corale di lavoro e di progettazione.

Fumetti, cosplay e cartoni animati, questo mondo attira moltissime persone e tanti adulti, qual è secondo lei segreto di questo successo?

Perché c’è una connessione stabile con il fanciullo interiore, poiché sono storie che esistono da sempre da quando ci si siede attorno a un fuoco a raccontare, e anche i primi graffiti potrebbero già essere considerati i primi fumetti; quindi da sempre c’è la necessità di vivere determinate storie e determinati sierotipi, continuamente e in tutti i modi possibili. L’uomo si inventa sempre nuovi modi di comunicazione e nuovi media, una cosa che ha preso molto piede nella vita di tutti è il racconto seriale, un nuovo modo di vivere la storia, di sentirsi raccontare. Lo è per i cosplay che lo vivono sul proprio corpo, costruendosi i propri personaggi addosso, per i fumettisti, quindi in definitiva, ciò che rende questo successo immortale è la necessità di raccontare e di ascoltare chi racconta. 

Biglietti, orari e contatti

Giornaliero: 5 euro; ridotto (disabili e militari): 4 euro; abbonamento 2 giornate: 8 euro. Ingresso gratuito per bambini con meno di 10 anni.
Sabato 11 Maggio: 11.00 – 23.00; domenica 12 Maggio: 10 – 19.00.
Per info e prenotazioni: 3931694359 – 3200230939 – info@labronicon.org.

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*