Fondazione Livorno: al via i tre giorni di celebrazioni per i 30 anni di attività

Si parte questo pomeriggio, 15 maggio, al Monte dei Pegni

Un momento della conferenza stampa. Da sn: Cinzia Pagni, Luciano Barsotti, Olimpia Vaccari
Share

Pubblicato ore 10:00

LIVORNO – Tre giorni di eventi per celebrare i 30 anni di attività della Fondazione Livorno: oggi, 13 maggio, domani 14 e il 15 maggio.

La Fondazione si è sempre impegnata nella realizzazione di molti progetti e ne ha finanziati molti altri intervenendo in vari settori: arte, cultura, istruzione, volontariato, salute e ricerca e proprio questi sono alla base delle iniziative in programma.

Il programma

Oggi: Monte dei Pegni

Inaugurazione dei festeggiamenti fissata per oggi, venerdì 13 maggio alle ore 18 al Monte dei Pegni – Magazzini (scali del Monte Pio, 33). Dopo i saluti istituzionali di Cinzia Pagni, vicepresidente della Fondazione, uno spazio dei Magazzini sarà dedicato alla presenza di manifesti e locandine delle varie iniziative della Fondazione dal 1992 a oggi, con proiezione di una serie di collage che riguardano video di alcune associazioni legate alla Fondazione, dall’Isola d’Elba a Piombino; un secondo spazio sarà adibito alla danza con una performance curata da Chelo Zoppi (Atelier delle arti) e che vedrà protagonista la ballerina Asia Pucci accompagnata da Giulia Casini al violoncello, saranno proiettati video con le foto di Dario Marzi e Daniele Silvestri; nella terza sala si terrà l’esibizione degli allievi dell’Istituto Mascagni. L’iniziativa si ripeterà anche domenica dalle ore 18.

Sabato: il convegno

Domani, sabato 14 maggio invece, sarà dedicato alla storia della Fondazione con il convegno dal titolo “Filantropia ieri, oggi e domani” in Camera di Commercio (ore 10-13 e 15.30-17.30).

Saranno presenti: Eugenio Giani presidente Regione Toscana, Simone Giusti Vescovo, Riccardo Breda presidente CCIAA Maremma e Tirreno, Luciano Guerrieri Presidente Autorità di Sistema Portuale del Mar Tirreno Settentrionale, Pietro Caruso vicepresidente Provincia Livorno, Giovanna Cepparello assessore, Maria Letizia Casani direttore Generale Azienda Usl Toscana Nord Ovest.

Interverranno: Luciano Barsotti presidente Fondazione Livorno, Emiliano Ranati amministratore Delegato CDP Immobiliare srl, Francesco Profumo presidente ACRI (Associazione di Fondazioni e Casse di Risparmio Spa), Giorgio Righetti direttore Generale ACRI , Emanuele Rossi professore Ordinario di Diritto Costituzionale Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa, Giovanna Colombini Fondazione Livorno, Sandra Biasci presidente Associazione Autismo Italia Livorno APS, Veruska Barbini presidente Associazione Mezelar22 APS, Tania Pascucci dirigente Scolastico Liceo Statale Enrico Fermi di Cecina, Claudia Giannetti dirigente Scolastico Istituto Comprensivo Pietro Mascagni di San Vincenzo, Costanza Galli direttore U.o.C. Aziendale Cure Palliative Azienda USL Toscana Nord Ovest, Gabriele Moratti direttore Amministrativo Azienda USt Toscana Nord Ovest e Cinzia Porrà direttore Zona Distretto Livornese Azienda Usl Toscana Nord Ovest.

Domenica: la statua di Giuggi

Infine, domenica 15 maggio le iniziative ruoteranno tutte intorno all’Arte, con l’apertura del palazzo “Luigi Vagnetti” (piazza Grande, 23) sede della Fondazione Livorno, architetto del Nobile interrompimento (il Palazzo Grande, n.d.r.). I cittadini potranno ammirare le opere presenti al terzo piano con la collezione dei macchiaioli e post macchiaioli, e al quarto piano con le opere del Divisionismo di cui una parte si trova al Museo della Città per la mostra su Vittore Grubicy.

La mattina dalle ore 10 alle 12.30 il palazzo sarà aperto ai bambini con le scuole e ai giovani con attività di laboratorio e visite guidate da parte della Cooperativa Itinera (prenotazione obbligatoria 0586894563 – didattica@itinera.info, entro le ore 18 di venerdì 13 maggio); il pomeriggio dalle ore 16 alle ore 20 (ultima visita alle ore 19) si svolgeranno visite guidate per gli adulti  con la Cooperativa Diderot (prenotazione obbligatoria 3398289470, entro le ore 18 di venerdì 13 maggio).

La statua di Giulio Giuggi

La parte centrale del programma sarà l’inaugurazione della statua di Giulio Giuggi (ore 16) con l’evento dal titolo “Dal gesso al bronzo tra i nudi di Giulio Giuggi”. Con: Luciano Barsotti, Olimpia Vaccari e l’assessore alla cultura Simone Lenzi. Presenti anche gli eredi di Giuggi. All’artista di Pomarance, la Fondazione aveva dedicato una mostra antologica nel 2014.

Visita mostra Vittore Grubicy

Infine al Museo della Città alle ore 18 si svolgerà una visita guidata alla mostra “Vittore Grubicy” (prenotazione fino a esaurimento posti con Cooperativa Itinera 0586894563 – didattica@itinera.info).

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*