Festival Erotica Anni 70, un mese di eventi in giro per Livorno

Dieci appuntamenti sul tema dell'eros a cominciare dalla fotografia

festival erotica anni 70 a livorno
  • di Valeria Cappelletti

LIVORNO – L’erotismo nella fotografia, nel cinema, nella musica e nella letteratura compone il Festival Erotica Anni 70. Si tratta della seconda edizione del Festival Anni 70, dedicato quest’anno proprio al tema dell’erotismo. La rassegna, che privilegia l’arte fotografica, si svolgerà dal 24 ottobre al 30 novembre in vari luoghi cittadini a ingresso libero e con base principale alla TST Art Gallery di Corso Amedeo 196, guidata da Alessandro Paron.

“Ci sono stati alcuni fatti importanti che hanno condizionano gli anni 70 dal punto di vista del tema erotico – ha detto Serafino Fasulo, che darà il via al Festival – la legge Merlin del 1958 con la chiusura delle case chiuse che provoca diverse reazioni a catena e il sesso diventa una questione non più privata ma sempre più pubblica e successivamente Woodstock e Parco Lambro che rivoluzionano l’immagine e i costumi, qui il nudo maschile e femminile viene esibito con molta disinvoltura, è un processo collettivo che arriva anche in Italia al tempo ancora censoria rispetto a tutta una serie di fenomeni”.

Il programma

Ad aprire il Festival il 24 ottobre sarà la mostra fotografica dal titolo “Erotica” che mostrerà il mondo femminile, svelato nei suoi momenti più intimi, una ricerca sulla sensualità che diventa forma d’arte. L’esposizione avverrà alle ore 18 alla TST Art Gallery con la presentazione di Serafino Fasulo.

Il 31 ottobre (ore 18) sarà la volta della musica negli spazi dell’Agenzia Generali Livorno (via Cairoli, 21) con il Trio della Cattiva Strada, capitanato da Marco Pellizzon. Sarà una serata dedicata alle canzoni di Fabrizio De André con analisi di brani emblematici come La canzone di Marinella, Le passanti, Bocca di Rosa.

Negli spazi di Daidone Immobiliare (via Magenta,15) martedì 5 novembre (ore 18) sarà inaugurata la mostra “Erotico decollage d’interni” e sarà visitabile dal lunedì al venerdì dalle 18 alle 20. Verranno esposte tre opere realizzate da Patrizia Tonello.

Il 9 novembre aprirà la mostra di Giuseppe Desiato alla Gian Marco Casini Gallery (Via Montebello, 5). Verranno esposte delle foto anni ’60 e ’70 delle performance di Desiato realizzate a Napoli in quegli anni. Il soggetto principale è il corpo. I temi delle sue opere sono, a parte ovviamente l’eros, i riti religiosi (soprattutto quelli cattolici) praticati in modo provocatorio. Sarà visitabile fino al 7 dicembre. Dal lunedì al sabato 10-13 e 16-20.

Torna la musica stavolta alla Barrocciaia (piazza F. Cavallotti,13) che ospiterà due concerti di musica live: mercoledì 13 novembre (ore 21) si esibirà il Disperati Erotici Trio ripercorrendo la musica anni 70 e mercoledì 27 novembre (sempre alle ore 21) la musica live di Bob Luti and friends sarà alternata a reading della pubblicazione “Sessoscritto” in collaborazione con Mondadori Bookstore Livorno.

Successivamente, proprio alla Libreria Mondadori (via Magenta, 23) venerdì 22 novembre si terrà una serata di letture a tema erotico, spaziando dai grandi classici del genere ai romanzi contemporanei. Si leggeranno anche brani di romanzi che non rientrano propriamente nel genere, ma che hanno affrontato il tema del sesso e delle relazioni erotiche in maniera più o meno esplicita. Le letture saranno a cura del circolo L.a.A.V di Livorno. Appuntamento alle ore 19.30.

Il 30 novembre alle ore 18 a chiudere il Festival di nuovo alla TST Art Gallery sarà un incontro dedicato al cinema, in particolare al rapporto tra eros e cinema horror negli anni 70. Ospite del dibattito sarà Alessio Porquier che con Ciro Di Dato e ad uno staff di professionisti dirige il Fi Pi Li Horror Festival. Particolare attenzione verrà data a due registi cult come Joe D’ Amato e Jess Franco; una carrellata quindi tra titoli bizzarri, manifesti pop e tanta libertà, nonostante la pressante censura di quegli anni.

Per informazioni: tstufficiostampa@gmail.com.

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*