Festa della donna: flash mob, monumenti illuminati e molto altro. Gli eventi a Livorno

Primo appuntamento: inaugurazione di una panchina rossa

Share

Pubblicato ore 18:41

LIVORNO – Flash mob, l’inaugurazione di una panchina, monumenti illuminati di rosa, spettacoli in diretta streaming, sono le iniziative organizzate a Livorno in occasione dell’8 marzo, Giornata Internazionale della Donna.

Inaugurazione panchina rossa

Il primo appuntamento è sabato 6 marzo, alle ore 10.30, presso la Terrazza Mascagni (lato giochi per bambini) è in programma l’inaugurazione della “Panchina rossa“. L’iniziativa è organizzata dal Coordinamento donne Spi-Cgil Livorno per denunciare ancora una volta il tragico fenomeno della violenza nei confronti delle donne. All’iniziativa parteciperà la segretaria dello Spi-Cgil provincia di Livorno Paola Rossi, Maura Fratti (responsabile coordinamento donne Spi-Cgil Livorno), Libera Camici (vicesindaco del Comune di Livorno con delega alle Pari Opportunità) e Luca Filippi (segretario generale Silp-Cgil provincia di Livorno).

Cambia.Menti al Centro Donna

Lunedì 8 marzo dalle ore 9.30 incontro online dal titolo “La grande madre e le sue figlie nel mito e nel cinema” con Lucilla Serchi e Donatella Nesti. L’incontro è aperto e gratuito ma l’iscrizione è obbligatoria cliccando qui. Dal mito di Demetra e Kore fino al cinema, potente mezzo di trasmissione di narrazioni e suggestive visioni. L’evento si inserisce nel ciclo di incontri dal titolo “Cambia.Menti“.

Commissione consiliare

Nel pomeriggio dell’8 marzo, alle ore 14.30, l’ottava Commissione Consiliare (Diritti, Pari Opportunità, Differenze di Genere) si riunisce per discutere di “Proposta di risoluzione in merito alle azioni tese a ridurre il divario di genere (Gender pay gap)”; “ Residenza fittizia per donne maltrattate”; “Gli scontrini come mezzo per promuovere il numero anti-violenza”. La seduta sarà trasmessa in diretta streaming accedendo al canale You Tube del Comune di Livorno.

Flash mob

Lunedì 8 alle ore 18 in piazza del Municipio, sindaco, assessori e consiglieri comunali, nel pieno rispetto delle normative Covid, insceneranno una protesta silenziosa contro la violenza sulle donne. Il vicesindaco Libera Camici, con delega alle Pari Opportunità, donerà una mascherina rossa agli uomini protagonisti dell’evento pubblico.

Edifici illuminati

La sera di lunedì 8 marzo si tingeranno di rosa il Palazzo Comunale, il Cisternino di Città e il Gazebo alla Terrazza Mascagni. Il rosa è il simbolo della speranza. Un colore positivo che dà sicurezza e ottimismo verso il futuro ed è associato alla femminilità. L’Amministrazione comunale ha accolto la richiesta dell’Associazione Livorno Donna Salute e Cultura di illuminare edifici significativi della città per sensibilizzare verso tutte le tematiche femminili e in particolare verso quelle legate alla salute delle donne.

Teatro Goldoni

Alle ore 21, sul canale You Tube del Teatro l’8 marzo, si potrà assistere in forma gratuita allo spettacolo “Deve trattarsi di autentico amore per la vita”, promosso da ANPI/ANPPIA Donne, Evelina De Magistris e Fondazione Teatro Goldoni. Lo spettacolo vedrà protagonista l’attrice Maddalena Crippa che omaggerà Esther Hillesum, scrittrice olandese e  vittima dell’olocausto. Vedi articolo completo.

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*