“Felliniana”: Livorno rende omaggio a Federico Fellini con una mostra

A cento anni dalla nascita, un evento ai Bottini dell'Olio

mostra fellini felliniana
Share

Pubblicato ore 16:00

LIVORNO – Lo scorso 20 gennaio si sono celebrati i cento anni dalla nascita di Federico Fellini, anche la nostra città rende omaggio al grande regista con una mostra in programma dall’8 al 18 ottobre negli spazi della Biblioteca dei Bottini dell’Olio. Intitolata “Felliniana”, l’esposizione, a ingresso libero, si inserisce all’interno del FIPILI Horror Festival che si svolgerà dal 9 all’11 ottobre.

“Felliniana” si compone di due sezioni, una di approfondimento attraverso volumi e documenti presenti nella collezione della Biblioteca Labronica, e l’altra artistica, curata dall’associazione FIPILI Horror Festival, che vede la personale di Valentina Restivo e una collettiva di illustratori. Mercoledì 7 ottobre alle ore 18 è in programma l’inaugurazione. L’accesso sarà contingentato per consentire il mantenimento delle distanze previste dalle norme di prevenzione covid-19.

Il percorso si articola tra libri, filmati e disegni, per raccontare la poetica felliniana: da come nasce un film, ai rapporti tra Fellini e i suoi collaboratori, le ispirazioni ricevute da artisti e scrittori e, infine, i personaggi dei suoi film, che sono divenuti immortali come stilema di caratteri e tipologie di umanità.

Tre le sezioni attraverso le quali è organizzata la mostra sono presenti anche “Fellini in biblioteca”, “Fare l’aggettivo” e “Fellini onirico”.

“Fellini in biblioteca” propone una serie di letture per scoprire o riscoprire Fellini: le sceneggiature dei film, il libro dei sogni, le raccolte di disegni felliniani e i saggi critici su di lui. Molti i volumi consultabili in mostra e le proposte di visione fra filmati dal web e documentari. Una sezione è dedicata alle fotografie che ritraggono Fellini, conservate nel Fondo Santini della sezione locale della Biblioteca labronica; presente anche un approfondimento sull’aspetto onirico del regista che rappresenta il trait d’union con le attività del FIPILI Horror Festival.

“Fare l’aggettivo” trae spunto dalla celebre citazione di Federico Fellini. L’espressione emblematica è stata motore trainante, per l’artista Valentina Restivo, della costruzione di una serie di disegni sui personaggi che incarnano a pieno l’aggettivo “felliniano”: da Mastroianni alla Masina, da Sordi a Sutherland, passando per la tabaccaia di “Amarcord”, le suore da sfilata di “Roma”, la Sandra Milo che “dà amore a tutti”. La personale è a cura di Virginia Tonfoni. Per “Fellini onirico”, il FIPILI Horror Festival ha raccolto un gruppo eterogeneo di artisti che con stili e modalità diverse hanno realizzato un contributo grafico per celebrare Federico Fellini e la sua capacità di attingere dal mondo dell’inconscio e dell’onirico. Gli illustratori sono: Rachele Morris, Silvia Rocchi, Marco Cazzato-Andrea Moneta, Fabio Leonardi, Nicolò Tofanelli, Tommaso Eppesteingher, Alessandro Balluchi, Malleus Rock art lab, Pietro Rotelli.

Promossa dal Comune di Livorno e dalla Biblioteca Labronica “F. D. Guerrazzi”, è realizzata da cooperativa Itinera in collaborazione con l’associazione FIPILI Horror Festival.

La mostra sarà visitabile tutti i giorni, a ingresso libero, nei locali della biblioteca dei Bottini dell’Olio, in piazza del Luogo Pio, dal lunedì al sabato dalle ore 8.30 alle ore 19.30 mentre la domenica l’orario è dalle 10 alle 19.

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*