Extra Factory ospita la mostra “Some bodies” di Sergio Bargagliotti

Visitabile fino al 4 maggio con ingresso libero

Share

Pubblicato ore 14:00

LIVORNO – Fino al 4 maggio la Galleria Extra Factory (Piazza della Repubblica) ospiterà la prima mostra personale dell’artista labronico Sergio Bargagliotti dal titolo “Some bodies“.

Scrive l’artista Angelo Foschini su Sergio: “In questi anni è stato ospite dei miei corsi, ma definirlo allievo è sempre stato per me una costrizione. Sergio arrivava già con un bagaglio congruo di esperienza di disegno, illustrazione, fumetto. Insieme abbiamo sperimentato la tecnica ad olio, approfondendo alcune tematiche concettuali che negli ultimi 30/40 anni hanno animato molte riflessioni dell’arte contemporanea, passando dal rinnovato rapporto con il corpo, di fine secolo, per arrivare alle nuove tecnologie che rimescolano e rimodellano i nostri modi di percepire il mondo. Il suo lavoro si è sviluppato nel tempo a stretto contatto con la figura umana. Dal vero o mediata da supporti o schermi, ha sempre trovato con le dovute differenze di approccio, una chiave di lettura svelabile soltanto con un lento e attento lavoro di revisione, addizione o sottrazione di certi elementi dell’immagine”.

Sergio Bargagliotti

Classe 1969, nasce e vive a Livorno. Prima di dedicarsi al disegno e alla pittura, ha svolto la professione di archeologo e condotto scavi in Italia e all’estero. Specializzatosi in archeologia subacquea, con particolare attenzione allo studio dei traffici marittimi di età imperiale romana e alla navigazione antica, si è servito del disegno per documentare le fasi di scavo e registrare le azioni umane che si sono succedute e stratificate, viaggiando a ritroso nel tempo. Successivamente si dedica ad esplorare le possibilità narrative del disegno in ambito fumettistico e della graphic novel, prima di approdare alla ricerca pittorica e grafica con utilizzo di vari media.

La mostra a ingresso libero sarà visitabile tutti i giorni con orario 10-12 e 17-20 (escluso il martedì ed i giorni festivi).

© Vietata la riproduzione