Escursioni guidate all’antico Acquedotto Leopoldino e a caccia di bucaneve

Le due iniziative sono organizzate dall'Associazione Selvatica

escursioni guidate
Share

LIVORNO – Una domenica dedicata alle escursioni e alle passeggiate nella natura tra bucaneve e panorami di grande bellezza. L’Associazione Selvatica organizza per il 16 febbraio due scursioni guidate: la prima nella Valle del Corbaia dove le affascinanti doppie arcate dell’antico Acquedotto Leopoldino si ergono dalla vegetazione che le avvolge; la seconda a caccia di bucaneve sui Monti Livornesi.

Per quanto riguarda la prima escursione: i partecipanti cammineranno sui condotti dell’Acquedotto ammirando le maestose arcate fino al Casotto della Castellaccia e dai tipici panorami toscani il viaggio proseguirà nel bosco, tra querce e carpini, fino a scoprire vecchie cave di calcare utilizzate per la realizzazione dell’Acquedotto e una ancor più antica barriera corallina. Tra gli ellebori e il pungitopo, vicino ai corsi d’acqua, saprà possibile scorgere i bucaneve.

Guida: Maria Beatrice Morelli.
Ritrovo: ore 10:00 Parrana San Martino (Collesalvetti, LI)
Ritorno: ore 15:30 circa
Lunghezza percorso: 8 km circa
Dislivello: 200 m circa
Costo: € 15 a persona (€12 Socio Selvatica), € 8 bambini (€6 Socio Selvatica) comprensivo del servizio di guida ambientale escursionista (ai sensi della L.R. 42/2000) e copertura assicurativa RCT.
Per informazioni: Maria Beatrice Morelli – 3347313406 – morelli@selvatica.eu
Prenotazione obbligatoria: compilando il modulo.

La seconda escursione a cura della guida Dario Canaccini si snoderà tra i sentieri meno conosciuti che portano alla Sambuca, con piccoli fuori sentiero per osservare meglio alcune meraviglie. La Sambuca la conoscono in tanti a Livorno, meta di scampagnate, ma quasi tutti arrivano dalle strade principali, in pochi usano i sentieri secondari e non segnati, in cui è abbastanza facile perdersi se non si conoscono. Eppure sono i sentieri più belli, dove la vegetazione si esprime più liberamente. Un piccolo paradiso poco battuto dove troviamo quelle che per le nostre colline sono delle rarità botaniche, dei relitti, dall’agrifoglio, ai bucaneve (in foto), dalle cerrosughere a qualche castagno, presenza un po’ fuori dal suo ambiente ma che un tempo non lo era.

Ritrovo: ore 9.00 a Valle Benedetta, all’incrocio fra via del radar e via della Sambuca.
Percorrenza totale: 11 Km
Tempo di cammino effettivo: 4h circa
Difficoltà: E (Escursionista). Non presenta troppe difficoltà, alcuni tratti potrebbero risultare un po’ ripidi e scivolosi
Pranzo: al sacco
Rientro previsto: ore 15:30 circa
Abbigliamento consigliato: Scarponi da Trekking, pantaloni lunghi, abbigliamento “a cipolla”.
Costi escursione: € 15 a persona (€12 Socio Selvatica), € 8 bambini dai 4 ai 12 anni (€6 Socio Selvatica) comprensivo del servizio di guida ambientale escursionista (ai sensi della L.R. 42/2000) e copertura assicurativa RCT.

Per informazioni: Dario Canaccini 3333970361 – canaccini@selvatica.eu.
Prenotazione obbligatoria: compilando il modulo.

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*