“Elisioni Permanenti”, il progetto del fotografo Niccolò Kirschenbaum

Le fotografie saranno accompagnate dalle poesie di Federico Romagnoli.

LIVORNO – Oggi, 11 agosto, alle ore 19, nel parco di Villa Fabbricotti nuovo appuntamento con La Bella Estate”, il programma d’incontri con gli autori promossi dal Comune di Livorno – Biblioteca Labronica “F. D. Guerrazzi”- e dalla Coop Itinera: sarà presentato “Elisioni Permanenti”, il progetto del fotografo Niccolò Kirschenbaum che tratta il tema della violenza sulle donne.

Attraverso questo  progetto l’autore indaga sulla particolare condizione psicologica vissuta dalle donne che sono vittime di violenza: il corpo della donna, la sua condizione di oggetto, viene rappresentato metaforicamente da manichini a ciascuno dei quali corrisponde l’immagine di un paesaggio desolante, che sta invece a rappresentare il mondo interiore della vittima.

Elisioni permanenti” affronta il tema della violenza sulla donna attraverso l’uso combinato di immagini fotografiche e della poesia per descrivere il complesso cambiamento che si verifica nel mondo interiore della donna che la vive.

Le immagini non ci parlano di una violenza esplicita, ma vogliono sottolineare ciò che spesso sfugge all’occhio esterno: l’interiorità della vittima, il suo diventare sempre più un oggetto nelle mani di chi commette nei suoi confronti atti brutali e violenti, non solo su un piano meramente fisico, ma anche psicologico.

Le fotografie saranno accompagnate dalle poesie di Federico Romagnoli. I suoi versi rappresentano il canto di dolore di una donna che tenta di combattere il suo persecutore, ma rimane inesorabilmente imprigionata in ciò che non viene mai definito esplicitamente come amore, odio o paura. Attraverso questo canto dolo- roso, la donna vittima di violenza esprime il proprio disgusto per il proprio carnefice, per sé stessa e per la società per cui rimane invisibili.

A cura della redazione

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*