Diseguaglianza e contratto sociale, al Giardino filosofico si parla di Rousseau

Appuntamento all'ex Cinema Aurora

Lamberto Giannini. Foto: Cristiano Colombi
Share

Pubblicato ore 12:00

LIVORNO – Si parlerà di Jean Jacque Rousseau e della sua visione dell’uomo che si contrappone all’idea di Hobbes all’incontro di “Giardino filosofico” previsto per domani 24 novembre. L’appuntamento è alle ore 21,15 all’ex Cinema Aurora con il professore di storia e filosofia e regista Lamberto Giannini.

L’argomento verterà su come secondo il filosofo francese si è originata la diseguaglianza e sul contratto sociale. Rousseau è stato un’illuminista atipico, per lui il progresso non doveva svilire la tradizione e l’elemento che caratterizza maggiormente la forza di una società dovrebbe coincidere con la fine dello sfruttamento. Rousseau critica ferocemente la visone dello stato civile borghese e per certi versi precede Kant nel campo della morale e Marx per la critica alla proprietà privata.

Tema sarà anche l’analisi dell’origine della diseguaglianza, per giungere a un contratto nel quale l’uomo non perda la libertà neppure nel passaggio dal singolo alla comunità, concetti espressi nel saggio sull’Origine della diseguaglianza e nel Contratto Sociale.

L’incontro è rivolto a tutti.
Gli interessati possono mandare un messaggio WhatsApp, che avrà valore di prenotazione, al numero 3383764627, se le condizioni climatiche non consentiranno lo svolgimento all’aperto, la conferenza si svolgerà al chiuso, necessario il green pass.

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*