Diritti LGBT, a Livorno torna la Settimana contro l’Omobitransfobia

Tra gli appuntamenti l'incontro con Fabio Canino

La bandiera arcobaleno simbolo del movimento LGBT

LIVORNO – Il 17 maggio 1990 l’omosessualità veniva tolta dalla lista delle malattie mentali pubblicata dall’Organizzazione Mondiale della Sanità. Sono passati appena 29 anni da quella decisione che ha segnato un passo molto importante nella storia dei diritti dei gay e delle lesbiche, ma, nonostante tutto, la comunità LGBTI subisce ancora violenze, soprusi e umiliazioni.

Il 17 maggio è stata scelta come data per celebrare la Giornata Internazionale contro l’omofobia, la bifobia e la transfobia. Livorno anche quest’anno si schiera dalla parte degli omosessuali per dire basta alle discriminazioni e per sensibilizzare e informare tutti i cittadini, dando vita alla settima “Settimana contro l’Omobitransfobia – Livorno”.

L’evento avrà inizio il 16 maggio ed è organizzato da Arcigay Livorno insieme a tutte le associazioni e le realtà che fanno parte del Coordinamento Livorno Tavolo Rainbow, finanziata dalla Rete RE.A.DY e promossa dalla Regione Toscana e dal Comune di Livorno.

Ecco gli eventi, tutti a ingresso libero, in programma:

– 16 maggio dibattito con Simone Alliva, giornalista e autore del reportage dell’Espresso “2019, l’Italia è omofoba” che dialogherà con la giornalista Ilaria Bonuccelli alla Circoscrizione 2 (Scali Finocchietti), ore 21. Il reportage si riferisce al 2018 anno in cui oltre 400 ragazzi tra i 12 e i 25 anni sono stati vittime di violenza per il proprio orientamento sessuale.

– 17 maggio alla Terrazza Mascagni, dalle ore 18, flashmob intitolato “Un segno contro l’Omobitransfobia“;
– 18 maggio primo incontro di Love&Pride (la rassegna letteraria LGBTI+ livornese) con la presentazione del libro di Delia VaccarelloDesiderio“, ore 17.30, presso la biblioteca Bottini dell’Olio, viale Caprera (quartiere Venezia). “Desiderio” si compone di sette racconti che affrontano il tema dell’eros.

– 19 maggio alle ore 18.30, secondo appuntamento di Love&Pride, con la presentazione del libro di Fabio CaninoLe parole che mancano al cuore” alla biblioteca Bottini dell’Olio, viale Caprera. Dialogherà con l’autore l’assessore alla cultura Francesco Belais con l’intervento di Cristiano Lucarelli, ex calciatore nazionale. Una storia d’amore intensa e struggente ambientata nel mondo del calcio in cui non è ammesso essere gay  L’evento chiuderà la settimana.

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*