Dibattiti, musica, presentazioni, torna il Festival del libro all’ex Caserma Occupata

Tre giorni da oggi al 25 settembre

Share

Pubblicato ore 14:00

LIVORNO – Da oggi, 23 settembre e fino al 25, l’ex Caserma Occupata (via Adriana 16) organizza il Festival del libro. Saranno tre giorni con presentazioni di libri, dibattiti, banchetti espositivi e informativi, cibo, musica live, bar popolare.

Si tratta della quinta edizione del Festival dedicato al libro e all’editoria indipendente con dibattiti e presentazioni dove verranno affrontate varie tematiche, fornendo idee e spunti di riflessione diversi da quelli di ogni giorno.
“Dopo due anni di pandemia tutte le problematiche di questa società capitalista sono venute a galla ancor di più – scrivono gli organizzatori – Guerre, sfruttamento, devastazioni ambientali, lotta di genere e repressione sono i macro temi, strettamente interconnessi tra di loro, che verranno affrontati in questa quinta edizione, pensando così ad una società diversa in cui al centro ci sia la vita delle persone e non il capitale”.

Programma

Oggi, 23 settembre

ore 17:30 – Apertura festival
ore 19:00 – Dibattito “Guerra e arte, antimilitarismo e censura tra Livorno e La Spezia”. Intervengono: Assemblea Demilitarizzare La Spezia / Demilitarizzare il mondo; Coordinamento Livornese per il ritiro delle missioni militari all’estero; Movimento No Base, né a Coltano né altrove. Introduzione a cura del collettivo Ex Caserma Occupata.

Saranno esposte le seguenti opere del museo popolare GÏÅK VËRDÜN: Ancora una volta (progetto MaLaPolizia) di Giacomo Verde a cura del Museo Popolare Giåk Vërdün _opera; O giugno O luglio NO CENSURA, video istallazione della performance di Alessandro Giannetti; Viareggio Coltano La Spezia _Demilitarizzare il Mondo videoinstallazione del museo popolare GÏÅK VËRDÜN

ore 22:00 – Musica Live con: Skurbo (hip hop da Livorno), Barre a 360 (hip hop da Livorno), Romanticismo periferico (hip hop da Firenze). A seguire Monkey Dj set.

Sabato 24

ore 16:00 – Apertura
ore 17:00 – Presentazione “Perché il femminismo serve anche agli uomini”. Intervengono: Lorenzo Gasparrini, autore e filosofo femminista; Filippo del Bubba, videomaker e segretario di Mezclar 22, Matteo del Mazza, attivista della Casa del Popolo Heval; Introduzione a cura del collettivo Ex Caserma Occupata.

ore 19:00 – Presentazione “Sticomanzie – Sortilegi ecofemministi”. Intervengono: Elisabetta Cipolli, autrice; Susanna Panini di Ippoasi, rifugio per animali. Introduzione a cura del collettivo Ex Caserma Occupata.
ore 22:00 -Musica Live con The Roots Club (Reggae da Pistoia). A seguire Dj set Trash MelISIS & ElenaDiTroya.

Domenica 25

ore 14:00 – Apertura
ore 15:00 – Presentazione “Senza titolo di viaggio. Storie e canzoni dal margine dei generi”. Intervengono: Filo Sottile, autrice; Egon Botteghi, autore e performer, attivista trans* e antispecista. Introduzione a cura del collettivo Ex Caserma Occupata.
ore 17:00 – Presentazione “Il grande squilibrio. L’emergenza climatica raccontata a fumetti”. Intervengono: Ezio Bertok, presidente del Controsservatorio della Valsusa; Paola Imperatore, ricercatrice e attivista ecologista. Introduzione a cura del collettivo Ex Caserma Occupata.

ore 19:00 – Presentazione “Fogli dal Carcere. Il diario della prigionia di una militante No Tav”. Intervengono: Nicoletta Dosio, autrice; Giulia Fabini, associazione Antigone. Introduzione a cura del collettivo Ex Caserma Occupata
ore 21:30 Chiusura.

Tutte le presentazioni e i dibattiti si svolgeranno nella sala cinema al primo piano.
Durante il festival ci sarà il “Book Swap” a cura del collettivo Scuola di Carta.
Affacciandovi dal piazzale alla finestra della Biblioteca popolare Clarea, sarà possibile scambiare un vostro libro che avete piacere a lasciare a qualcun’altro con un libro che si avvicina alla vostra richiesta: per genere, autore, argomento, periodo storico, un libro a sorpresa o su consiglio.

Case editrici presenti: Agenzia X, Alegre, Contrabbandiera, Derive e Approdi, Effequ, Eleuthera, Eris, LeMilieu, Meltemi, Mimesis, Pgreco, Rosenberg e Sellier, Seb27, Sensibili alle foglie, Zero in condotta, Jouvence.

Banchetti informativi ed espositivi: Collettivo Kaos, Ippoasi, Mezzaluna Rossa Kurdistan, Collettivo Antipsichiatrico Antonin Artaud, Illustre feccia, Collettivo Anarchico Libertario, Coordinamento Livornese per il ritiro delle missioni militari all’estero, Progetto Mala Terra, ValePezzProject, Associazione Livorno – Palestina, Xeri.grafia-serigrafia autogestita dell’Ex Caserma Occupata, Movimento No Base, né a Coltano né altrove

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*