Deep Festival. La storia del basket raccontata in “Al cielo” con Massimiliano Cividati

Storie improprie di eroi noti o dimenticati

Massimiliano Cividati
Share

Pubblicato ore 12:00

LIVORNO – Il basket, tra sport e leggende, sarà al centro dello spettacolo di domani sera, 22 luglio all’Ippodromo Caprilli (ingresso da viale Italia) per Deep Festival (ore 21.30). Aia Taumastica / Residenza Torre dell’Acquedotto presentano “Al cielo – due tiri, quatto storie, un anello e una palla” di e con Massimiliano Cividati, musiche dal vivo di Andrea Zani.

Storie improprie di eroi noti o dimenticati, parlando di basket e dando voce a coloro che c’erano sì, ma che erano di fianco o che per un motivo o per un altro sono stati talvolta ingiustamente dimenticati. Verrà narrato il primo canestro mai realizzato, di un ragazzo che dall’Africa ha stupito il mondo con il suo sorriso e la sua pallacanestro, di quel microcosmo spassoso e senza redenzione che è il “campetto” presente in ogni paese e di Gianni Gualdi, il più grande giocatore di tutti i tempi, con una mano sola.

Costo del biglietto: 10 euro.
I biglietti possono essere acquistati sul sito del Deep Festival e la sera dello spettacolo al botteghino dell’Ippodromo dalle ore 21

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*