Dario Ballantini presenta la sua mostra e Vasco Rossi ne dà notizia su Instagram

L'esposizione a ingresso libero sarà visitabile fino al 20 settembre

L'assessore Simone Lenzi e Dario Ballantini. Foto: Va. Cap.
Share

Pubblicato ore 07:00

  • di Valeria Cappelletti

LIVORNO – 40 anni di opere, disegni, creazioni, dal liceo fino al lockdown, oltre 60 opere in esposizione: è la mostra antologica di Dario Ballantini che aprirà al pubblico questa sera, 21 agosto, alle ore 21, presso la Biblioteca dei Bottini dell’Olio (piazza del Luogo Pio) in occasione dell’inaugurazione di Effetto Venezia.

Ieri mattina però apertura dell’esposizione dedicata ai giornalisti con visita guidata insieme all’artista e imitatore livornese. Presenti anche il sindaco di Livorno Luca Salvetti, l’assessore alla cultura Simone Lenzi e i curatori Massimo Licinio e Annalisa Gemmi.

Il posto di Vasco

Sono stati moltissimi i media che hanno riportato la notizia della mostra, la stessa Striscia La Notizia e persino Novella 2000 e a loro si sono uniti anche molti artisti tra cui Vasco Rossi che su Instagram ha postato l’immagine di Ballantini insieme a un suo quadro e ha scritto: “Dal 21 agosto al 20 settembre al Polo Culturale dei Bottini dell’olio piazza del Luogo Pio Livorno. “Vasco Rossi è un collezionista delle mie opere da molti anni. Molti artisti si sono avvicinati a me per la pittura – ha commentato l’imitatore – come Ruggeri a Fossati”.

In esposizione 47 dipinti oltre a una ventina di disegni e materiale video (documentari e video art dedicati a Lindsay Kemp o che ritraggono Ballantini mentre dipinge). Quadri che affondano le radici nel metafisico, nel notturno e nel mistico, sempre presente la figura umana, a volte appena accennata, altre volte emergendo prepotente tra i palazzi, fino ad abbracciarli.

“Inserire la mostra di Ballantini all’interno di Effetto Venezia ci sembrava il modo migliore per il tributo che Livorno paga al suo illustre cittadino – ha detto l’assessore Lenzi – Dario è un personaggio che ha un grande talento che riesce a mettere nell’arte e nelle opere ed è davvero un piacere poi aver allestito la mostra ai Bottini dell’Olio, il cuore pulsante delle attività culturali della città”.

“C’è tutta la mia vita, la mia storia in questa mostra – ha commentato l’artista livornese – Sono soddisfattissimo, è la mostra più importante che abbia fatto”.

A margine dell’incontro con i giornalisti Dario Ballantini ha risposto ad alcune nostre domande:

Torni a Livorno, la tua città, dopo molti anni con una nuova mostra quali sono i tuoi sentimenti?

Grande emozione per me, perché l’ultima personale che ho fatti a Livorno risale al 1988. Per me è un grande onore.

Dai tuoi dipinti emerge l’uso del colore e la presenza degli edifici, qual è il lor significato?

“Ferma un attimo”

L’uso del colore è variato negli anni, sono partito da un uso inizialmente parco per poi arrivare all’esplosione, per poi tornare a essere un po’ più cauto, quindi devo ancora capire bene se per me ha un significato vero o se fa parte anche lui del disegno. Gli edifici, invece, raccontano l’uomo che cerca rifugio, ma anche le metropoli che a volte sembrano schiacciare, hanno quella valenza di ospitare vite e poi rimanere nel tempo mentre quelle vite apparentemente se ne vanno, un argomento che mi ha sempre affascinato.

Le sensazioni che provi quando dipingi e quando sei sul palcoscenico teatrale è la stessa o cambia qualcosa?

La differenza sta nel pubblico, perché pur essendo vero che mentre dipingo immagino anche poi ci saranno dei fruitori che vedranno i quadri, si faranno domande, come io stesso me le faccio, ma ho un silenzio diverso, una tensione diversa rispetto a quella di avere cento duecento persone che ti ascoltano, la prima della pittura è una sensazione di previsione, l’altra è una di realtà immediata.

Qual è il filo conduttore che lega le opere che sono esposte in questa mostra?

L’argomento è l’esistenziale, io indago sempre l’essere umano e indago me stesso.

Orari e ingresso

La mostra sarà visitabile fino al 21 settembre con gli orari: fino al 31 agosto ore 21-24. Dal 1 al 20 settembre ore 8.30-19.30.
Ingresso gratuito.
Informazioni: 0586824552 – bottinidellolio@comune.livorno.it.

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*