Convegno sull’ecografica clinica nelle malattie infettive

Prevista la presenza di oltre 100 discenti provenienti da tutta Italia

LIVORNO – Oggi e mercoledì 28 marzo si terrà al palazzo Pancaldi il corso avanzato di “Ecografica clinica nelle malattie infettive” che giunge alla sua quinta edizione ed è divenuto un appuntamento che ogni anno riunisce i maggiori esperti di rilevanza nazionale e prevede la presenza di oltre 100 discenti provenienti da tutta Italia.

“Il corso – spiega Spartaco Sani, direttore UO Malattie Infettive di Livorno – affronta in maniera approfondita la tematica dell’utilizzo dell’ecografia nella pratica clinica infettivologica, non solo per le patologie come le malattie epatiche in cui il ruolo di tale metodica diagnostica è conosciuto e ben codificato, ma in generale nell’approccio clinico alle patologie infettive e da infezione che costituiscono oggi una parte rilevante dell’attività clinica non solo dei reparti di malattie infettive, ma anche dei reparti internistici, ematologici, chirurgici ed in particolare nelle unità di terapia intensiva/rianimazione, dove sono gestite le infezioni gravi a rischio di vita”.

Le lezioni frontali delle diverse sessioni saranno integrate dalla discussione di casi clinici, con presentazione di materiale iconografico ecografico correlato ai singoli casi a scopo didattico e formativo. Una sessione sarà dedicata alla valutazione non invasiva della fibrosi epatica nei pazienti con epatite cronica virale, in cui l’ecografia ha un ruolo di rilievo, in relazione anche all’introduzione di nuove metodiche elastonografia introdotte negli ultimi anni, allo scopo di precisare il ruolo attuale di tali metodiche ed il significato attuale della biopsia epatica, che tali metodiche oggi di fatto stanno sostituendo.

A margine del corso sarà fatta una puntualizzazione sullo stato dell’arte della terapia dell’infezione da HIV ed HCV con particolare riferimento alle nuove terapie per l’epatite C, che stanno dando risultati eccellenti e che oggi sono disponibili per i pazienti.

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*