Come sarà il teatro post pandemia? Se ne parla alla Goldonetta

Frutto del Laboratorio condotto da Francesco Niccolini

La Goldonetta
Share

Pubblicato ore 07:00

LIVORNO – Si intitola “Nuova drammaturgia per un teatro post pandemia” ed è un incontro tra artisti, operatori teatrali, giornalisti e pubblico che si svolgerà questo pomeriggio, 5 novembre dalle ore 15.30 e domani 6 novembre dalle ore 10.30 a La Goldonetta. L’incontro è il frutto del Laboratorio “Le forme del teatro” organizzato dalla Fondazione Teatro Goldoni e condotto da Francesco Niccolini.

francesco niccolini
Il drammaturgo e regista Francesco Niccolini

Un imprescindibile momento di confronto che affronta quanto accaduto in questi ultimi due anni, questi due ultimi inverni molto lunghi e duri e bui per chi lavora nel settore dello spettacolo dal vivo: 250.000 persone (perché di questi numeri si parla) sono sopravvissuti con sussidi e ristori, spesso ridicoli, spesso in ritardo.

Per due inverni, attori, autori, registi, musicisti, danzatori, sono stati separati, strappati gli uni dagli altri e i bisogni di comunicazione reciproca (dal palco alla platea e ritorno) sono stati delegati e relegati alla scatola magica dello streaming. Forse una pandemia mondiale che ha lasciato quasi 5.000.000 di morti in tutto il mondo, più di 130.000 soltanto in Italia, lascerà qualche segno, nei cuori e nelle menti di tutti ed ecco che questa ripartenza varrà da verifica della necessità del Teatro: conterà più il bisogno o la paura?

E il Teatro saprà riconoscere quei segni, quelle ferite? Saprà parlargli e forse quindi cambiare tono, linguaggio, grammatica? Di quali nuove (o vecchie) storie avremo tutti bisogno? Queste e a tante altre domande saranno al centro dell’incontro.
Ingresso libero fino a esaurimento posti.

Informazioni: 0586204206.

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*