Ciak Vintage: “Via col Vento”, un film da 10 premi Oscar

Ci vollero 1400 provini prima di scegliere Clarke Gable e Vivien Leigh

via col vento
Clarke Gable e Vivien Leigh

di Diletta Fallani:

“Gone with the Wind”, tradotto in italiano con il titolo di “Via col vento”, è senza dubbio uno dei film cult per eccellenza. Per chi non lo sapesse inizialmente per i ruoli di Rossella O’Hara e Rhett Butler, erano stati scelti Bette Davis ed Errol Flynn  ma poco prima che le riprese iniziassero, i due attori vennero sostituiti a causa delle ripetute liti sul set e fuori.

La produzione dunque corse ai ripari proponendo immediati provini.  Soltanto dopo 1400 provini vennero scelti due nuovi attori, Clarke Gable e  Vivien Leigh.  Anche in questo caso però non si poteva dire che i due attori avessero un bel rapporto, entrambi infatti nelle scene che vedevano  la passione  amorosa e l’amore travolgente dichiaravano apertamente di provare ribrezzo l’uno per l’altra.  Di questo però lo spettatore non aveva la minima impressione perchè la loro recitazione era assolutamente impeccabile.

Una leggenda narra che il regista non scelse subito Vivien leight ma che fosse indeciso tra lei e  Paulette Goddard ma che questa ultima  perse il ruolo perché non riuscì a dimostrare di essere realmente sposata con Charlie Chaplin, con cui era noto che convivesse, e questo per il capo della MGM Louis B. Mayer era del tutto inaccettabile.

Il film vinse ben 10 Premi Oscar (all’epoca un record), tra cui miglior film, miglior regista, migliore sceneggiatura non originale, miglior attrice (Leigh) e miglior attrice non protagonista (Hattie McDaniel, prima afroamericana a vincere un Oscar) e fu immensamente popolare anche tra il pubblico, rimanendo il film col maggiore incasso nella storia del cinema per oltre un quarto di secolo.

 L’American Film Institute  anni fa estese una classifica delle migliori citazioni nella storia del cinema, e al primo posto si piazzava la seguente frase: “Frankly, my dear, I don’t give a damn!”. Tradotta in italiano con “Francamente me ne infischio!”, la battuta pronunciata da un furibondo Rhett Butler poco prima di abbandonare Rossella. Nella medesima classifica figurano altre due frasi tratte da Via col vento, entrambe esempi dell’incrollabile forza d’animo di Rossella: “Lo giuro davanti a Dio, non soffrirò mai più la fame!” e la famosissima battuta di chiusura, “Troverò un modo per riconquistarlo… dopotutto, domani è un altro giorno!”.

 

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*