Chalet di Ardenza. Nogarin: “Risultato eccellente, altre sorprese in arrivo”

Don Paolo Razzauti ha benedetto la struttura

chalet
Il taglio del nastro. Foto: Valeria Cappelletti
  • di Valeria Cappelletti, Giulia Monaco, Artan Sulova, Giovanni Tartarelli:

LIVORNO – “Un risultato eccellente, frutto della volontà di fare squadra e quando si mette l’eccellenza davanti agli interessi personali i risultati che si ottengono non possono che essere grandi. Vi anticipo poi che avremo altre sorprese, l’Amministrazione ha messo sotto osservazione anche la riqualificazione di quello che sta intorno allo chalet e presto daremo importanti novità”. Sono le parole del sindaco di Livorno Filippo Nogarin che questa mattina ha inaugurato la struttura della Rotonda.

Dopo 15 anni di chiusura e di degrado, il locale in stile liberty è tornato al suo splendore notevolmente ampliato nei locali. I paramenti ornamentali, la balaustra sono tornati all’antico splendore, le ampie vetrate poi rendono particolarmente luminoso il locale al suo interno, un misto tra modernità e ricerca del passato per non dimenticare quello che era il vecchio chalet, luogo di ritrovo di tanti pittori.

Presenti molti assessori dell’Amministrazione comunale: Francesco Belais alla cultura, Paola Baldari al commercio,  Alessandro Aurigi all’urbanistica e ai lavori pubblici, Giuseppe Vece all’ambiente e poi i gestori del locale Giorgio Arpesani, Sergio Cristiani, Francesca e Federica Garaffa. Il locale ha ricevuto anche la benedizione da parte di Don Paolo Razzauti.

La struttura si compone di un ampio salone dedicato alla ristorazione con cucina che può diventare sala polifunzionale grazie alla presenza di un proiettore che potrà essere usato anche per altre attività, una zona gelateria e caffetteria, una zona bistro e cocktail. Il locale sarà a disposizione sia per pranzi sia per cene, aperto tutti i giorni della settimana dalle ore 7 alle 24 e il venerdì e sabato dalle 7 alle 01-02. Circa 24 le persone assunte, principalmente livornesi.

L’atmosfera che si respirava questa mattina era quella delle grandi occasioni, quella di un’intera comunità che aspetta da anni un glorioso ritorno, peccato solo che l’inaugurazione fosse rivolta a un numero ristretto di persone e che molti cittadini siano rimasti all’esterno limitandosi a osservare tutto da dietro i cancelli.

“Era il miglior locale di Livorno – racconta un passante – quando avevo 20 anni, ovvero verso fine degli anni ’50, noi ragazzi venivamo sempre qui la sera, c’era un’orchestra e qui si svolgeva addirittura il concorso “Miss Livorno”. Una vena di nostalgia accompagna queste parole, ma anche una grande gioia nel vedere questo luogo riacquistare la vecchia gloria. E ancora l’architetto Tommaso Del Rio, uno dei progettisti che ha collaborato al restauro dello chalet, ha spiegato che: “I lavori sono stati effettuati dalla società privata Chalet SRL, 18 mesi non semplicissimi anche a causa del tipo di terreno, hanno portato un bel risultato”. Tra pochi giorni, precisamente il 20 giugno, lo chalet aprirà anche al pubblico.

© Vietata la riproduzione

1 Comment

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*