A Cascina “Uno, nessuno, centomila” di Pirandello

Un omaggio ai 150 anni dalla nascita del drammaturgo siciliano

pirandello
Luigi Pirandello

CASCINA – Il teatro di Cascina festeggia i 150 anni della nascita di Luigi Pirandello con lo spettacolo “Uno, nessuno, centomila” in scena sabato 28 e domenica 29. Si tratta di un nuova produzione della Fondazione Sipario Toscana Onlus diretta da Andrea Buscemi con l’adattamento di Giuseppe Manfridi. A dirigere, per l’occasione, sarà Antonio Salines, con lui in scena nella parte del protagonista, anche  Livia Castellana e Martina Benedetti.

In questa messa in scena Antonio Salines rende fruibile al pubblico una materia molto complessa e di grande suggestione (uscita in romanzo nel 1925, dopo lunga gestazione), assecondato dall’adattamento di Giuseppe Manfridi, uno dei più celebrati drammaturghi italiani. Luci e musiche vanno a completare il disegno dei personaggi che il regista ha voluto caratterizzare ispirandosi al modello recitativo tipico del teatro espressionista.

“Uno, nessuno, centomila” è una bella e strana storia da raccontare, quasi una favola. Una favola amara, che sin dagli esordi ha contribuito a rendere immortale il genio dell’autore siciliano. Lo spettacolo prende il via con un valzer. Si potrebbe pensare a una storia d’amore.  E invece, a un tratto tutto si incrina perché il protagonista scopre di avere il naso che gli pende da una parte. Una caratteristica che non aveva mai notato e che lo porta da allora a riflettere su quanto ognuno di noi abbia veramente così poca percezione di sé. Così ,infatti, sono infinite (appunto uno, nessuno e perfino centomila) le immagini che gli altri hanno di te e perfino di sé.

Biglietti: platea e I tribuna intero 18 euro, ridotto 15 euro; II tribuna e galleria intero 12 euro, ridotto 10 euro.
Info biglietti: biglietteria@lacittadelteatro.it – 345821249.

A cura della redazione

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*