Bobo Rondelli, Paolo Rossi e Cinaski chiudono il Deep Festival

Ieri sera invece concerto del rapper Willie Peyote

LIVORNO – Tra una “frecciatina” e l’altra a vari personaggi pubblici, ieri sera, sabato 9 giugno, il rapper torinese Willie Peyote (nella foto sotto) è stato l’ospite d’eccezione della penultima serata del Deep Festival in Fortezza Vecchia.

L’artista, dimostrando capacità e maestria, ha cantato tanti brani tratti dal suo ultimo album “La sindrome di Tôret” uscito nel giugno dello scorso anno e molti pezzi cult della sua carriera. Al fianco del suo producer Frank Sativa e del resto dei collaboratori, Peyote (al secolo Guglielmo Bruno) ha confermato di essere uno dei migliori risultati della scena musicale italiana coinvolgendo il pubblico in un’ora e trenta minuti di collettiva apoteosi.

(di Niccolò Fallani)

 

Sarà invece il trio d’eccezione formato dal cantautore livornese Bobo Rondelli, Paolo Rossi e Cinaski a chiudere la prima edizione della rassegna questa sera, domenica 10 giugno, con Storie di Giorni Dispari. Una serata a metà strada tra un concerto e uno spettacolo teatrale in cui si mescoleranno racconti, canzoni e poesie e che vedranno protagonisti i tre musicisti, insieme per la prima volta. L’appuntamento è alle 22. Biglietto: 15 euro intero, 12 euro ridotto.

La serata inizierà alle 20 con l’ultimo spettacolo con Michele Crestacci dedicato al poeta livornese Giorgio Caproni. Ingresso: 10 euro intero, 8 euro ridotto.

Alle 21, il secondo appuntamento del festival con la danza con due performance, “40000cm²” di e con Claudia Catarzi e “Tuttuno” di Sa.Ni di e con Sara Sguotti e Nicola Cisternino. La prima performance sarà un assolo modellato sul puro impulso istintivo. Una riflessione sulla danza in quanto naturale impulso del corpo a reagire a stimoli eterogenei quali suono, rumore, spazio, aria, forza di gravità. “Tuttuno” invece nasce dalla riflessione sulla paradossale aderenza tra l’essere e la società, la loro biunivoca attrazione e repulsione e le reazioni emotive che scaturiscono dalla comprensione di essere legati ed interscambiabili. Ingresso: 10 euro intero, 8 euro ridotto.

Ridotto: under 26 e over 65, soci Pilar Ternera/NTC e mo-wan teatro, abbonati Teatro Goldoni e Teatro 4 Mori.

A cura della redazione

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*