Le azalee dell’AIRC in piazza per la Festa della Mamma

Testimonial Michele Crestacci e Mauro Martelli

Share

LIVORNO – Domenica 13 maggio, in occasione della Festa della Mamma, torna l’appuntamento con l’Azalea della Ricerca di AIRC, il fiore simbolo della lotta contro i tumori femminiliA partire dalle ore 9.00 in Piazza Cavour e sul Viale Italia (lato ingresso Bagni Acquaviva), sarà possibile acquistare le azalee: l’iniziativa è promossa dall’AIRC per raccogliere fondi a favore della ricerca sul cancro.

Testimonial dell’iniziativa per Livorno il campione di canottaggio Mauro Martelli ed il comico livornese Michele Crestacci. AIRC, come già da alcuni, coinvolge CTT NORD che parteciperà in maniera attiva alla vendita delle azalee con la fondamentale collaborazione del Circolo Ricreativo e dei suoi soci.

L’Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro, rinnova il suo impegno per la salute delle donne colorando migliaia di città e piccoli centri con l’Azalea della Ricerca, pianta che da più di trent’anni contribuisce a migliorare la prevenzione e la cura dei tumori femminili. Questo fiore, simbolo della salute femminile, ha permesso ad AIRC, solo negli ultimi 5 anni, di investire oltre 64 milioni di euro per sostenere 498 progetti di ricerca e 126 borse di studio per studi sulla prevenzione, la diagnosi e la cura dei tumori femminili.

‘Sbocciata’ per la prima volta nel 1984 in poche centinaia di esemplari, l’Azalea della Ricerca in oltre trent’anni ha messo radici ben salde nel cuore dei sostenitori dell’Associazione, diventando una preziosa alleata per le donne e per i ricercatori impegnati ogni giorno a individuare nuove terapie per rendere queste forme di cancro sempre più curabili.

Più di 20 mila volontari AIRC saranno nelle piazze delle nostre città anche quest’anno – in occasione della Festa della Mamma – per distribuire 580.000 coloratissime azalee. A fronte di una donazione di 15 euro, insieme alla piantina verrà consegnata una speciale Guida interamente dedicata alla salute in rosa con indicazioni pratiche degli esperti sui percorsi di prevenzione e diagnosi precoce.

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*