“Autunno al Palcoscenico”: Erasmo Libri presenta un ciclo di incontri con gli autori

Si parte venerdì 17 con Antonella Panza

Share

Pubblicato ore 18:27

LIVORNO – Arriva l’autunno e con la nuova stagione parte il ciclo di incontri “Autunno al Palcoscenico” dedicato ai libri e agli autori a cura di Erasmo Libri, al Caffè il Palcoscenico nella piazzetta del Teatro Goldoni.

Il primo appuntamento è venerdì 17 settembre, alle ore 17.30 con l’autrice Antonella Panza che presenta il suo libro “La lucciola sotto il bicchiere” (Il Boccale). “Sentiva la rabbia salire dal cuore e formare un groppo in gola, un groppo duro e amaro. E insieme saliva la nostalgia per sua sorella, per quei giorni trascorsi con lei, che nei ricordi sembravano tanti, ma che erano di una vita troppo breve”. La storia si snoda nell’arco di quarant’otto ore ed è colma di sentimenti controversi, in una Livorno vera, insolita e bellissima.

Ad affiancare l’autrice Gilda Vigoni. Letture a cura dell’attrice Alessandra Donati.

Antonella Panza nasce, vive e lavora a Livorno. Per le Edizioni del Boccale ha pubblicato La rivolta delle brave bambine, nel 2014, e Ingannevoli apparenze, nel 2017.

Venerdì 24 settembre, alle ore 17.30 verrà presentata un’antologia di racconti ispirati al vino dal titolo “Decanterone” di autori vari (Erasmo Edizioni). Conducono Barbara Codevico e Raffaele Palumbo. Interventi musicali di David Marsili e Alfonso De Pietro.

“Ricordate la storia, no? Dieci giovani, per sfuggire alla peste, si rinchiudono in un castello e si raccontano storie. Ecco, noi ci troviamo rinchiusi in questo salone medievale, complice la verticale dei Sangiovese della provincia di Siena, stavolta non a causa di un bacillo ma per un più banale virus informatico. E di certo non per un fantasma. Il professore riprese: Che ne dite se, nell’attesa che questo noioso problema tecnico venga risolto, che ne dite se facessimo anche noi il nostro Decamerone? E cioè, perché non ci sediamo tutti intorno a questo tavolo e ci mettiamo a raccontare? Grande idea! E storie che abbiano tutte come protagonista il vino, visto che è per il vino che siamo tutti qui.

Venerdì 1 ottobre, alle ore 17.30 Lamberto Giannini presenta “Smania” (Il Boccale). “La smania non ti consente mai di adeguarti, di fare ciò che, per quieto vivere, dovresti fare, o magari anche per vivere meglio, perché la smania non ti vuole far vivere meglio, ti vuol far vivere, e vivere significa passare dall’essere all’esserci, vivere vuol dire situarti, vivere vuol dire stare dentro le cose andando a scoprire il significato più profondo di quello che ti capita. La smania ci spinge a cercare qualcosa dentro di noi per andare oltre, per passare dal così fu al così volli che fosse, come diceva Nietzsche, e trasformare l’esistenza sapendo che si è sconfitti in partenza, ma anche che questo meraviglioso tentativo è il senso della smania”.
Letture a cura dell’attrice Marika Favilla. Con Simone Fulciniti.

attimi di champions è il titolo del libro e dello spettacolo che Lamberto Giannini presenterà al Nuovo Teatro delle Commedie
Lamberto Giannini. Foto: Laura Sgherri

Lamberto Giannini nasce a Livorno il 25 aprile 1962. È pedagogista, docente di storia e filosofia presso il Liceo Scientifico Enriques di Livorno e regista della Compagnia teatrale Mayor Von Frinzius. Ha pubblicato con Erasmo: Genitori in ascolto (2010), Mettiti il Giacchetto (2012), La sfida educativa (2013), Adolescenza ,età delle esplosioni (2017); Attimi di Champions (2019); con le Edizioni del Boccale In Fondo a destra (2014); Quel qualcosa che non trovo (2016); La Smania (2020); con Editoriale Programma Vent’anni di Mayor Von Frinzius (2017) in collaborazione con Serena Senesi.

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*