“Arte, magia e capitale”, mostre e laboratori ideati da Carico Massimo

Un programma che si svolgerà durante la stagione autunnale

  • di Gianluca Donati

LIVORNO – Gli esponenti di Carico Massimo Alessandra Poggianti, Valentina Costa e Jan Pablo Macìas, alla
presenza dell’assessore alla cultura Simone Lenzi, hanno illustrato alla stampa “Arte, Magia e Capitalismo“,
supportato dal Comune di Livorno e dalla Regione Toscana: un programma che si svolgerà durante la
stagione autunnale e che prevede una serie di mostre e laboratori che intendono analizzare la relazione tra
arte e capitale.

Arte, Magia e Capitalismo s’interrogherà liberamente sulla condizione dell’arte coinvolgendo ospiti da
diverse parti del mondo e chiunque sia interessato a riflettere sul senso del processo creativo, trascendendo le logiche economiche del capitalismo.

L’obiettivo del dibattito sarà quello di domandarsi come si relazionano capitale e mercato dell’arte, ponendosi come scopo quello di ricollocare l’immaginazione al centro. Cos’è l’arte? In cosa consiste il processo creativo? In cosa si differenza l’arte da un programma che si svolgerà durante la stagione autunnale all’apparato culturale e dal sistema dell’arte? E la committenza? Esiste un’arte senza committente? Cos’è il capitale e come si relaziona al mercato dell’arte? Si può parlare di un collezionismo disinteressato? Si può riscattare l’arte, il lavoro e il suo capitale dall’economicismo? Quali potrebbero essere le qualità “magiche” dell’arte, del feticcio? L’arte può fare agire il mago che è in noi?

Il progetto rientra nelle attività di Cantiere Toscana, la rete territoriale per l’arte contemporanea,
supportata dalla Regione Toscana e Giovani sì.

Primo appuntamento oggi, sabato 14 settembre, alle ore 18.30/21.00 presso gli ex Magazzini Generali via della Cinta Esterna con “Salvator Rosa @Carico Massimo“: una sorta di galleria gestita da nove artisti che affronta la questione della produzione delle opere e la loro vendita in modo orizzontale e non speculativo. Espongono: Zbyněk Baladrán, Federico Cavallini, Marlene Hausegger, Jiří Kovanda, Juan Pablo Macías , Pedro G. Romero, Iacopo Seri, Hans Schabus, Hannes Zebedin.

La mostra rimarrà aperta dal 15 settembre al 3 novembre il sabato dalle 16 alle 19 o su appuntamento. Ingresso gratuito  con sottoscrizione: info@caricomassimo.org.

Programma

Sabato 14 settembre, apertura
Ore 18.30 – 21.00
Ex Magazzini generali
Via della Cinta Esterna 48/50
Aperto dal 15 settembre al 3 novembre 2019.
Sabato ore 16.00 – 19.00

Prossimi appuntamenti
25 ottobre 2019
Suitcase Illuminated, rassegna video a cura di Katia Angelova e Alessandra Poggianti

26 ottobre 2019
Giornata di studio aperta al pubblico alla presenza di ospiti internazionali
al Museo della città piazza del Luogo Pio.

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*