Arriva Livorno Librexpo, la prima Fiera dell’Editoria

L'evento si svolgerà in Fortezza Vecchia dal 27 al 29 maggio

Da sn: Matteo Paroli, Sergio Consani, Giovanna Cepparello. Foto: V. Cappelletti
Share

Pubblicato ore 22:05

  • di Valeria Cappelletti

LIVORNO – Anche Livorno avrà una Fiera dell’Editoria, si chiama Livorno Librexpo e si svolgerà nella bella cornice della Fortezza Vecchia dal 27 al 29 maggio.

L’evento che è stato presentato questa mattina, 12 maggio, nel corso di una conferenza stampa che ha visto protagonisti il presidente e ideatore della fiera Sergio Consani, l’assessore all’ambiente e alla mobilità Giovanna Cepparello e il segretario generale dell’Autorità di Sistema Portuale Matteo Paroli.

Gli editori esporranno i loro libri all’interno delle cannoniere. “Finalmente anche Livorno avrà la sua fiera dell’editoria – ha detto Consani – Pisa, Firenze, Torino, perché non Livorno? Un ringraziamento va soprattutto all’Autorità di Sistema Portuale che è stata subito entusiasta dell’idea e ha fatto in modo che, senza intoppi burocratici né promesse poi non mantenute, fossimo in grado di concretizzare il progetto”.

L’ingresso alla fiera sarà gratuito: “Preferiamo non far pagare un biglietto per permettere così di acquistare i libri, questa è la nostra filosofia, vista anche la situazione difficile in cui ci troviamo”.

Accanto agli editori ci saranno anche momenti musicali e legati alla pittura: si terrà un concerto di chitarra di una giovane insegnante che porterà al seguito i bambini di una scuola, e, legato alla presentazione di un libro su Mascagni, due tenori intoneranno alcuni brani del compositore labronico per creare un’atmosfera particolare. E poi, visto che siamo nel mese di maggio, dedicato al mare e alla Giornata Europea del Mare, due pittori livornesi esporranno i loro quadri, con tema il mare, appunto: Nadia Consani e Graziano Busonero.

“Livorno ha un rapporto molto forte con l’editoria – ha detto l’assessore Cepparello – basti pensare che una delle copie dell’Encyclopédie di Diderot e d’Alembert venne stampata proprio in questa città. Il libro è fondamentale e non deve essere sostituto dal digitale, quest’ultimo deve se mai essere complementare. Il senso critico si matura solo attraverso la lettura dei testi scritti che rappresentano un aspetto più solido rispetto all’informazione digitale, senza voler togliere niente. Oltre il 90% delle persone ha un libro sul comodino e questo la dice lunga sulla sua importanza”.

E proprio per rendere ancora più forte il legame con i libri e la Fortezza Vecchia, martedì 17 maggio si terrà l’inaugurazione di una biblioteca tematica all’interno della struttura medicea con volumi donati dall’Autorità di Sistema Portuale. Matteo Paroli ha infine sottolineato l’importanza del luogo in cui si terrà la Fiera: “un ambiente culturale, d’effetto, con una lunga storia”.

La Fiera dell’Editoria vede la collaborazione di Etruria Eventi e della casa editrice CTL di Livorno.

Orari

Venerdì 27 maggio dalle ore 14 alle 21;
sabato 28 maggio dalle 9 alle 21/22;
domenica 29 maggio dalle 9 alle 21/22.

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*