Apre la Stagione teatrale al Goldoni

L' irresistibile e divertente poesia teatrale dei Familie Flöz prende vita

LIVORNO-  Chi non li avesse mai visti non può perdere l’occasione per essere coinvolto nell’irresistibile e divertente poesia teatrale dei Familie Flöz, la compagnia internazionale con residenza a Berlino chiamata ad inaugurare la stagione al Goldoni di Livorno questa sera  alle ore 21 con “Hotel Paradiso” .

Un evento fuori abbonamento reso possibile nell’ambito del “Little Bit Festival” del Nuovo Teatro delle Commedie, Pilar Ternera e mo-wan teatro in collaborazione con la Fondazione Goldoni, che permetterà al pubblico di conoscere questa incredibile realtà teatrale composta da quattro attori-mimi in maschera di altissimo livello applauditi da oltre venti anni nei palcoscenici europei e che saranno per la prima volta a Livorno.

“Hotel Paradiso” è un giallo sulle Alpi pieno di umorismo, sentimenti travolgenti e un tocco di melanconia: attraverso una costante riscoperta di discipline teatrali secolari come il teatro di figura, il teatro di maschera, la danza, la clownerie, l’acrobazia, la magia e l’improvvisazione, Familie Flöz condurrà lo spettatore in un piccolo albergo di montagna gestito con pugno di ferro dalla anziana capo-famiglia dove avvengono strane cose.

Il nome è idilliaco, ci sono quattro stelle che orgogliosamente troneggiano sull’entrata e una fonte che promette la guarigione di malattie fisiche e psichiche. Ma si intravedono nubi all’orizzonte. Il figlio della proprietaria sogna il vero amore mentre combatte una dura battaglia con la sorella per mantenere il controllo sulla gestione dell’albergo. La donna del piano ha un problema di cleptomania e il cuoco ha una passione, quella di macellare, non solo animali…

Quando il primo cadavere affiora, tutto l’albergo scivola in un vortice di strani avvenimenti. Fra le alte vette delle Alpi si aprono abissi da cui è impossibile fuggire. La chiusura dell’albergo sembra a questo punto solo una questione di tempo…

Familie Flöz è una famiglia eterogenea e bizzarra fondata nel 1996, in costante mutamento e con un particolare metodo di ricerca. Ogni spettacolo è sviluppato secondo un processo di lavoro collettivo e rivela un nuovo universo abitato da personaggi e storie che sviluppano il loro cammino dall’oscurità alla luce.

Il paradosso fondamentale della maschera, cioè il fatto di celare un viso animato dietro una forma statica e con essa di creare figure viventi, costituisce per l’attore una vera e propria sfida da raccogliere. E non solo per lui. La maschera prende vita innanzitutto nell’immaginazione dello spettatore, il quale in questo modo ne diventa, in una certa misura, anche il creatore.

Lo spettacolo è firmato da Sebastian Kautz, Anna Kistel, Thomas Rascher, Frederik Rohn, Hajo Schüler, Michael Vogel e Nicolas Witt e prodotto da Familie Flöz, Theater Duisburg e Theaterhaus Stuttgart; la regia è di Michael Vogel; maschere di Thomas Rascher e Hajo Schüler; scenografia di Michael Ottopal; costumi realizzati da Eliseu R. Weide; musica Dirk Schröder; design luci Reinhard Hubert.

Tutte le informazioni con il divertente trailer su www.goldoniteatro.it.

Biglietti: SPECIALE FAMIGLIA almeno un adulto con un minore di anni 16 € 15 adulti + € 7 ragazzi;

intero € 26 – in vendita presso il botteghino del Goldoni (tel. 0586 204290) dal martedì al sabato ore 17 – 20; biglietti in vendita anche sul sito www.goldoniteatro.it

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*