Apre la mostra dedicata a Dante, tra libri rari e antichi anche Livorno celebra il poeta

Tra le opere una Divina Commedia del 1481 con disegni di Sandro Botticelli

Un'immagine di Dante e sulla sinistra la Divina Commedia sporca di sangue di Giosuè Borsi
Share

Pubblicato ore 18:49

  • di Valeria Cappelletti

LIVORNO – C’è la Divina Commedia appartenuta a Ugo Foscolo con tanto di firma dello scrittore dei “Sepolcri” nelle prime pagine e di sue postille; c’è quella del 1481 con disegni di Sandro Botticelli, ne esistono solo 156 esemplari al mondo. C’è quella di Matteo da Parma considerata la “più bella edizione figurata della Commedia, stampata a Venezia nel secolo XV” e, infine, c’è quella appartenuta a Giosuè Borsi che morì sul fronte durante la prima guerra mondiale e che per questo risulta sporca di sangue.

La Commedia appartenuta a Borsi

Sono esemplari di opere rare e antiche, conservate con amore dalla Biblioteca Labronica e che fanno parte del materiale in esposizione per la mostra dal titolo “Dante Alighieri sta come torre ferma” che verrà inaugurata domani, 12 novembre, alle ore 17, e resterà aperta al pubblico fino al 12 febbraio.

Curata da Elisa Squicciarini, livornese, grande studiosa di Dante, che ha persino scritto uno dei nove volumi della Divina Commedia usciti con “la Repubblica” (leggi l’intervista che per l’occasione fece Sandra Mazzinghi), la mostra è promossa dal Comune di Livorno e dalla Cooperativa Itinera ed è stata realizzata grazie al contributo della Regione Toscana a seguito del bando regionale “Celebrazione 700 anni dalla morte di Dante Alighieri”.

“Dante Alighieri sta come torre ferma” è un percorso nella vita di Dante, sulle pareti del corridoio della Villa Fabbricotti, al primo piano, si trovano quadri, pannelli che raccontano le sue opere più importanti, disegni di come erano stati pensati l’Inferno, il Purgatorio e il Paradiso nella Commedie e poi, nelle teche di vetro, la storia letteraria del poeta fiorentino.

“In esposizione ci sono veri capolavori – dice Squicciarini – antichi e bellissimi che tendono soprattutto a mettere in evidenza le edizioni più prestigiose della Divina Commedia”.

“Questa mostra – aggiunge l’assessore alla cultura Simone Lenzi – nasce dalla volontà di questa Amministrazione di valorizzare il patrimonio culturale della nostra città che è davvero grande”.

“Sta come torre ferma”

Il significato del titolo “sta come torre ferma” deriva da un verso del Canto V del Purgatorio quando Dante si fa distrarre dalle anime dei morti che si sono accorte che lui è vivo perché proietta la sua ombra. Virgilio lo ammonisce dicendogli di non rallentare il passo e di lasciare che la gente parli ma che, come una torre che non muove mai la cima per quanto soffino i venti, Dante deve essere risoluto e non lasciarsi influenzare dai pensieri degli altri per non perdere la meta prefissata. “Secondo quanto scritto da Pietro Vigo, noto editore livornese, questo verso poteva ispirarsi alla torre del Fanale di Livorno situata all’ingresso del porto. In realtà nessuno sa se Dante sia mai venuto a Livorno” dice Squicciarini.

Elisa Squicciarini e Simone Lenzi

Eventi collaterali

Naturalmente la scelta di dedicare una mostra a Dante Alighieri arriva per celerare i 700 anni dalla morte del poeta e, accanto a essa, sono previsti altri eventi collaterali che si terranno fino al 22 febbraio e coinvolgeranno la Biblioteca di Villa Fabbricotti, dei ragazzi, di Villa Maria e la Biblioteca Stenone.

“Con questi appuntamenti – dice Cristina Luschi responsabile biblioteche di Livorno – speriamo di avvicinare i ragazzi a Dante puntando sull’aspetto ludico, sulla grafica, sulle curiosità”.

Alcuni eventi da evidenziare: le due visite guidate condotte da Elisa Squicciarini che prevedono la presenza del servizio di interpretariato di LIS, lingua dei segni italiana; alcuni momenti musicali; letture di vari canti della Commedia. A Villa Maria dal 16 novembre partiranno “I martedì di Dante – L’inferno nel cinema” con proiezioni a tema. Tutto il programma è riportato sotto la galleria delle immagini.

Alcune immagini del materiale in esposizione

Il programma

Biblioteca Villa Fabbricotti

12 novembre ore 17 Inaugurazione alla presenza delle autorità, di Elisa Squicciarini e di Andrea Brenna, voce narrante ed Elisa Bambini per l’accompagnamento musicale.

20 novembre ore 10.00: “The polonsky foundation Dante Project”.
Presentazione del video: “L’inferno più bello – Dante illustrated by Botticelli”. L’edizione del 1481 de la Commedia dantesca conteneva illustrazioni incise su disegni di Sandro Botticelli. Non più di 19 illustrazioni sono stampate direttamente sulla pagina in nessuna delle copie sopravvissute, e in molte delle 156 copie note per esistere in tutto il mondo, il numero di illustrazioni è di gran lunga inferiore, alcune appaiono fuori posto o capovolte o integrate da successive immagini. Ogni copia ha sviluppato una storia e una provenienza uniche poiché i libri si sono diffusi in tutta Europa e oltre nei 540 anni dalla loro prima stampa Un’occasione unica per sfogliare, seppure virtualmente, le pagine di un gran numero di copie di un’edizione che ha segnato la storia del libro e della cultura.

21 novembre ore 16.00: “Letture ad alta voce”
L’attore Jacopo Vettori interpreta i brani tratti dai canti V, XXVI, XXXIII dell’Inferno e la versione integrale del canto XXXIII del Paradiso, la durata complessiva sarà di circa trenta minuti.

5 dicembre ore 16.00: “Visita guidata a cura di Elisa Squicciarini”
Apertura domenicale con visita guidata dove sarà garantito il servizio di interpretariato di LIS, lingua dei segni italiana, grazie allo Sportello ABC Associazione Comunico e Comune di Livorno.

9 dicembre ore 16.00: “I misteri della Divina Commedia”
Incontro con l’autore Alberto Casadei, modera Elisa Squicciarini.

9 gennaio ore 16.00: “Visita guidata a cura di Elisa Squicciarini”
Apertura domenicale con visita guidata dove sarà garantito il servizio di interpretariato di LIS, lingua dei segni italiana, grazie allo Sportello ABC Associazione Comunico e Comune di Livorno.

23 gennaio ore 16.00: “Intervento musicale”
con Valentina Benifei, Alessio Masoni.

6 febbraio ore 16.00: “Diverse voci fanno dolci note”
intervento musicale degli EnXemble.

Biblioteca Villa Maria

ore 17.00 – “I martedì di Dante”. L’inferno nel cinema, proiezioni a tema.

16 novembre: L’inferno, di Francesco Bertolini.
14 dicembre: Dante’s Inferno, di Henry Otto.
18 gennaio: La Nave di Satana, versione originale in inglese con sottotitoli in italiano di Harry Lachman.
8 febbraio: La casa di Jack, 2018 di Lars Von Trier.

Biblioteca dei Ragazzi

Proiezioni a tema con laboratorio. Chi era Dante e perché Dante e Coco sono in stati messi in relazione tra di loro.

Sabato 4 dicembre: “In viaggio con Dante”
Sabato 11 dicembre: “Io come Dante”
Sabato 15 gennaio: “In viaggio con Dante”
Sabato 22 gennaio: “Io come Dante”
Sabato 12 febbraio: “La Divina Commedia” (ore 10-12)
Età 6-10

Biblioteca Stenone

29 novembre e 1 dicembre 2021
10,12,17,19 gennaio 2022
7, 9 febbraio 2022 ore 16.30 – 18.30 DANTE ANIMATO
Proiezione a tema con laboratorio
Età 11-13

L’accesso alla mostra sarà consentito esclusivamente ai visitatori muniti di una delle certificazioni verdi COVID-19 Green Pass (in formato digitale o cartaceo) unitamente a un documento di identità in corso di validità.

L’ingresso alla mostra e agli eventi è libero e gratuito fino esaurimento dei posti. Per chi vuole può prenotare gli eventi collaterali chiamando i numeri di ciascun luogo sede dell’evento a cui si desidera partecipare.

Per informazioni

Villa Fabbricotti: 0586824511.
Biblioteca dei Ragazzi: 0586824524/0586824523.
Villa Maria – Centro di documentazione sulle arti dello spettacolo: 0586219265.
Biblioteca Stenone: 0586440524.

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*